#ApprofondimentoRG24 – Donnarumma è l’erede di Buffon?

Italy Training Session And Press Conference

Quando si parla di “predestinati” si parla di campioni autentici, che mostrano la loro superiorità calcistica già dalla partita di esordio, quando il loro nome è ancora sconosciuto a tutti. In Italia di giocatori così se ne sono visti tanti. Calciatori che dalla loro prima presenza in Serie A non hanno mai smesso di stupire, anche a fine carriera e nonostante l’età avanzata.
Purtroppo sono anni che il nostro calcio ha smesso di coltivare talenti del genere, e basta vedere le prestazioni della Nazionale per capire quanto siano lontani i tempi di Germania 2006.
Tuttavia in questo momento – in cui il trend del calcio italiano sembra più che mai negativo – c’è un’incredibile eccezione: Gianluigi Donnarumma. Infatti il portierone del Milan classe 1999, oltre ad essere indiscutibilmente il giocatore più promettente della sua generazione, rappresenta l’unico in grado di raccogliere la pesante eredità in mezzo ai pali di Gianluigi Buffon.

Donnarumma

Donnarumma ha esordito lo scorso anno

Donnarumma è cresciuto calcisticamente nella sua Castellammare, ma già a quattordici anni viene ingaggiato dai rossoneri per 250mila euro, una cifra astronomica per un ragazzino poco più che adolescente, ma probabilmente l’acquisto milanista più indovinato degli ultimi 4 anni. La stagione scorsa ha esordito in Serie A nella partita vinta 2 a 1 con il Sassuolo, dopodichè è riuscito a soli 17 anni a guadagnarsi una maglia da titolare e ad accumulare 31 presenze tra campionato e coppa. Quest’anno è diventato un pilastro inamovibile nella formazione di Montella che gli ha fatto giocare tutte le partite.
Visto il rendimento del giocatore i paragoni con Buffon sono inevitabili anche perchè, a parte i 21 anni di differenza tra i due, ci sono alcune interessanti analogie. A cominciare dalle caratteristiche fisiche. Infatti pesano entrambi 91 Kg e sono alti 1,92 m Buffon e 1,95 Donnarumma. Buffon ha esordito a 17 anni, Donnarumma a 16. Tutti e due sono stati acquistati dalle squadre con le quali hanno giocato la loro prima partita di Serie A all’età di 14 anni a cifre notevoli.

Italy v Spain - Round of 16: UEFA Euro 2016

Buffon è attualmente il capitano della Nazionale

Numeri a parte, vista anche la poco convincente prova dell’Italia con la Macedonia, si percepisce l’urgente bisogno di un ricambio generazionale che possa portare alla ribalta giovani di qualità, e Donnarumma può rappresentare l’inizio di una rinascita. Infatti per dirla con le parole di Sconcerti alla Domenica Sportiva:Nell’ambito della nazionale il ruolo di portiere è l’unico in cui non c’è bisogno di rifondare ma semplicemente di alternare la vecchia guardia con la nuova leva”. E chissà che anche in altri ruoli si possa assistere alla nascita di una generazione di predestinati.

One Comment

Leave a Reply