#ApprofondimentoRG24 – Sassuolo, alla scoperta del Genk

832718_w2

Dopo aver analizzato a fondo i futuri avversari di RomaInterFiorentina, ora è i turno del Koninklijke Racing Club Genk, prossimo sfidante del Sassuolo in Europa League.
Questo club in veste azzurra di nazionalità belga milita nella Pro League ed ha sede nel Cristal Arena di Genk.
Avversari temibili in ambito europeo, analizziamo prima di tutto la sua storia.

Conosciuto come KRC Genk, è nato nel 1988 dall’unione di due club: il Waterschei Thor, importante squadra belga che, oltre ad aver vinto due titoli nazionali, ha raggiunto anche le semifinali della Coppa delle Coppe del 1982-1983, ed il KFC Winterslag.
Nonostante l’inizio difficile, in meno di dieci anni dalla sua fondazione, il club del Cristal Arena ha conquistato il suo primo trofeo nazionale nel 1996: la Coppa del Belgio.
Il club gestito dal presidente del Kuwait Safiq Al-Wasl Ibn Karjad ha sempre partecipato alle competizioni internazionali senza però incidere molto; in ambito nazionale invece è riuscito ad accumulare 3 Campionati e 4 Coppe del Belgio.

La compagine di Eusebio Di Francesco potrebbe trovare davvero un osso duro in quello che è il team di Peter Maes, abituato a scontrarsi con le big del calcio internazionale.
Molto statica la difesa belga che difficilmente vede i terzini salire per sostenere l’azione; tuttavia occhio ai reparti avanzati della squadra: da tenere d’occhio sempre il trequartista Tino-Sven Susic, numero dieci con il passaporto bosniaco, dotato di ottima tecnica che potrebbe utilizzare per allargare il gioco dagli esterni Buffel, il capitano, e Leon Baily, ala giamaicana dotato di una grande corsa e buona tecnica, che di conseguenza potrebbero servire la punta di diamante della squadra: il rapace greco Nikolaos Karelis, massiccio centravanti della Nazionale ellenica.

Riusciranno i neroverdi a sorprendere anche contro questa squadra?

One Comment

Leave a Reply