Genoa, Juric in conferenza: “Callejon giocatore chiave del Napoli. Veloso? Peserà la sua assenza”

Juric-e1467133085402

Ivan Juric ha parlato in conferenza stampa alla vigilia di Genoa-Napoli:

Come ci si sente dopo la prima sconfitta stagionale?

“Abbiamo fatto una buonissima partita. L’abbiamo analizzata, penso sia stata una delle migliori se non la migliore. Poi ci siamo sbilanciati troppo. Mi spiace aver mandato il messaggio che abbiamo commesso troppi errori, ma a Reggio Emilia abbiamo giocato ad alti livelli senza concedere tanto all’avversario. C’è poi un momento in cui ti rilassi forse nella fase difensiva”.

Il tuo pensiero sul turnover?

“A Crotone l’ho fatto spesso. Io sto scoprendo i giocatori, voglio anche dare certezze. Diciamo che adesso io e anche loro siamo in una fase in cui ci stiamo studiando”.

Come si ferma questo Napoli?

“Sarri ha sorpreso in positivo. E’ uno fra i migliori in Europa come Guardiola. Gioca un calcio fantastico, ma non voglio snaturare il Genoa. Si può prendere qualche rischio, ma voglio giocarla. Loro sono bravi in possesso e nella fase difensiva. E’ difficile trovare punti deboli. Sono una squadra stra-completa”.

Il fatto che ha perso per due errori individuali le dà rammarico o le fa rabbia?

“Rabbia. Perchè in questo momento a volte l’allenatore si deprime un po’, ma io l’ho detto ai ragazzi che, se giochiamo così in trasferta, queste gare le vinciamo”.

Un commento su Ntcham.

“Per me sta lavorando bene e io credo in lui fortemente. Sono molto contento”.

Sarebbe stato un Napoli ancora più forte con Pavoletti?

“Il Napoli è tanta roba. Milik sta facendo cose fantastiche, poi c’è Gabbiadini che è pericoloso con quel sinistro. Pavo è tanta roba, è stato sfortunato domenica scorsa ma ha avuto diverse occasioni”.

Il ritorno a Genova di Milito?

“Abbiamo fatto belle cose insieme, è stato un trascinatore. Farà piacere rivederlo”.

L’assenza di Veloso pesa?

“Molto. E’ cresciuto molto, è sempre uno dei migliori ed è fantastico nel far girare la squadra”.

Cosa chiederà domani ai suoi?

“Che giochiamo da Genoa, che facciamo quello che facciamo da inizio stagione e aumentare intensità mettendo più cattiveria nelle azioni decisive”.

La prestazione di Orban?

“Per me ha fatto 60 minuti a livelli importanti, non è ancora perfetto a livello di possesso però si è impegnato molto. Ha poi commesso l’errore in anticipo e questo ha macchiato la sua prova, ma a me ha dato buone sensazioni”.

C’è un giocatore più chiave nel Napoli?

“Secondo me Callejon. Come si muove lui non c’è nessuno in Europa. Poi gli altri sono stratosferici ma l’ex Real Madrid è difficile da marcare”.

Il record degli abbonamenti?

“Siamo anche partiti bene e magari ha stimolato la gente ad abbonarsi”.

One Comment

Leave a Reply