#EuropaLeague – Viktoria Plzen-Roma 1-1, le dichiarazioni dei protagonisti

roma

Finisce in pareggio il debutto della Roma in Europa League. I giallorossi di Luciano Spalletti impattano 1-1 sul campo del Viktora Plzen. Non basta la rete del vantaggio firmata da Perotti, su calcio di rigore, in avvio di gara; pareggia il colpo di testa di Bakos, che approfitta di uno svarione della coppia Juan Jesus-Alisson.

I protagonisti del match hanno parlato in zona mista nel post gara:

SPALLETTI (All. Roma): “Bisogna fare di più e meglio. La partita si era messa a favore e si poteva gestire. Loro hanno avuto una reazione fatta di forza e fisicità. C’erano le possibilità di prendere la partita, ma è andata su un piano fisico e di ripartenze e il Plzen ha avuto vantaggio da questo. Non abbiamo preso un gol che non potevamo evitare. Era evitabilissimo. Poi le partite sono queste. In questi campi se non sei bravo a prendere in mano la situazione loro sono bravi a dare tutto dal punto di vista del carattere e della fisicità. Bisogna avere un po’ più di tranquillità nel gestire le situazioni perché bisogna fare di più. Iturbe? Non è un ultimatum, l’ho fatto giocare come altri perché mi aspetaavo delle risposte ma sono rimandati alla prossima. quando prendevamo palla se avevamo la voglia di gestire dei palloni facili. Dovevamo crederci fino in fondo, in mezzo al campo dovevamo gestire di più la partita, è lì che dovevamo fare di più. Gerson? Ha fatto tutto sommato una buona gara. Però essendo la prima è quello che è scusato di più. Non ha fatto male. Diciamo che quelli che giocano di meno devono sfruttare di più la situazione. Nel nostro calcio non ci sono cinque partite per entrare nei meccanismi di squadra. Ci sono cinque minuti in cinque allenamenti. Dobiamo fare di più, soprattutto chi gioca meno deve sfruttare l’occasione. Deve essere visibile la voglia e l’intensità”.

PAREDES (Cent. Roma): Partita difficile? Sì, sicuramente non abbiamo gestito la partita quando eravamo in vantaggio. Poca gestione del pallone? Dobbiamo migliorare in tante cose. Cosa ti chiede il mister? Mi chiede sempre di stare vicino alla difesa e di giocare veloce. Se l’ingresso di Dzeko ha dato profondità? Sicuramente perché avevamo la punta. Ci troviamo bene anche senza punta. Astra Giurgiu? Pensiamo prima al match di domenica. Scontro contro la Fiorentina e Juventus che affronta l’Inter? Sicuramente dobbiamo fare la nostra partita e cercare di migliorare in questi giorni. Dobbiamo fare bene domenica”.

PEROTTI (Att. Roma): “Credo che non abbiamo fatto una grandissima partita. Abbiamo trovato suito il gol ma dobbiamo gestire meglio la gara. È la quarta-quinta volta che iniziamo vincendo e poi ci pareggiano. Dobbiamo migliorare per non fare più questi errori. Non abbiamo fatto la migliore gara della nostra vita. Loro sono stati bravi ad essere concentrati e hanno difeso molto bene e noi non abbiamo trovato lo spazio. Ma non abbiamo sofferto, ma noi dobbiamo vincere ogni gara”.

BAKOS (Att. Viktoria): “È stata una partita estenuante, la Roma ha confermato le sue qualità e il pareggio è un buon risultato per noi. Abbiamo voluto approcciare alla partita in modo diverso, ma i nostri avversario non ci hanno lasciato molti spazi. Poi abbiamo avuto qualche buona azione e siamo riusciti a pareggiare. Poi la partita è stata equilibrata ed entrambe le squadre sono andate vicine al gol della vittoria”.

BOLEK (Por. Viktoria): “È stato un pareggio meritato, di certo non possiamo vergognarci di questo risultato, anche se abbiamo avuto anche la possibilità di vincere. Kozacik aveva avuto un problema alla schiena nell’allenamento di ieri, era chiaro che avrei giocato. Sono sempre pronto, deve essere così per un secondo portiere. Non ci aspettavamo un tale avvio di partita, stavamo andando attaccando e abbiamo concesso un rigore stupido gol. Ci eravamo allenati sui rigori guardando i penalty di Totti e di Perotti, sapevo che avrei dovuto aspettare fino all’ultimo per tuffarmi. Abbiamo lottato e alla fine è finita bene. I nostri tifosi ci hanno aiutato, ogni avversario qui sente la pressione del nostro pubblico”.

Leave a Reply