Bologna, l’ex-presidente Guaraldi accusa Diamanti: “Nel 2014 lui colpevole della retrocessione”

L'ex Bologna aspetta il transfer dalla Cina per poter giocare la sua prima partita con la Fiorentina

Prosegue la guerra a distanza tra Alessandro Diamanti e Albano Guaraldi. Intervistato da Stadio, l’ex-presidente del Bologna ci va giù duro e accusa il giocatore di esser stato il primo responsabile della retrocessione nella stagione 2013-14: “Andò in Cina di fronte ad un contratto multimilionario dopo settimane di pressione e siparietti espliciti: io e lui venimmo quasi alle mani quando rifiutammo la prima offerta. Mi infastidisce che ora attacchi dopo aver orchestrato per mesi quella soluzione, aver demotivato la squadra, aver attaccato l’allenatore e chiesto l’esonero ad ogni occasione contribuendo in modo decisivo alla retrocessione. Non nascondo le mie colpe ma quella più grave fu la gestione di Diamanti che mi disse anche di cacciare l’allenatore per non perdere a Catania. Avrei dovuto usare il pugno duro e mandarlo in tribuna non esonerando Pioli invece non ho avuto la forza per contrastare quel lento lavorio operato da Diamanti all’interno dello spogliatoio. Dopo la cessione poi fece il giro dei capi ultrà dicendo che lo avevo mandato via“.

Leave a Reply