Fiorentina, Sousa: “Penalizzati da un rimbalzo, ma la squadra mi è piaciuta”

FIORENTINA: PAULO SOUSA PREPARA SFIDA, DUBBIO KALINIC

Rai Sport ha parlato Paulo Sousa, tecnico della Fiorentina, che ha analizzato la sconfitta contro la Juventus. Ecco le dichiarazioni del portoghese: “Volevamo vincere, a tratti abbiamo dominato contro una squadra che ha pagato il dispendio di energie del primo tempo. Allegri ha una buona proposta di gioco a livello offensivo e questo ci ha costretti a correre di più. Purtroppo quando abbiamo pensato di poter anche vincere, un rimbalzo ci ha penalizzati. Siamo cresciuti e mi è piaciuto vedere che stiamo arrivando a quello che possiamo fare”. Si è sentita l’assenza di Borja Valero? “È un giocatore importante, che dà i tempi del gioco e dà equilibrio, ma credo che più che la sua mancanza si sia sentita la superiorità a livello individuale della Juventus nel primo tempo. Poi sono calati a livello fisico e noi siamo cresciuti fino al pareggio Il nostro avversario ha pressato bene, a tutto campo. A noi è mancata un po’ di mobilità negli spazi, ma stiamo cominciando a crescere e ad accelerare anche noi”. Nel primo tempo ho visto una squadra timorosa. Ha influito l’errore di Tatarusanu all’inizio? “Sicuramente può aver intuito, ma anche gli altri giocatori devono aiutarlo quando è sotto pressione. Anche se timorosi abbiamo continuato a giocare e siamo riusciti alla fine anche noi a mettere pressione agli avversari, cercando di fare gol come abbiamo fatto e cercando di vincere la partita”. Troppi gol presi? “Questo è un qualcosa che deve migliorare sempre e che arriva già dall’anno scorso. Noi vogliamo essere una squadra speciale, che prova a vincere anche fuori casa contro squadre forte come la Juventus. Non è semplice, ma io credo che la squadra alla fine abbia dimostrato di potersela giocare. Questo mi fa molto piacere”. Borja Valero resta a Firenze? Questo bisogna chiederlo al direttore o alla società. Io penso a lavorare con quelli che ci sono e per ora Borja è un giocatore della Fiorentina”.

Leave a Reply