Cagliari, Isla: “Avventura simile a quella avuta con l’Udinese. Volevo tornare in Italia”

chile-mexico-copa-america-15062015_jcs8ejpbs9by16xf1d4wmyhh0

Mauricio Isla, nuovo giocatore del Cagliari, si è presentato quest’oggi ai propri tifosi tramite la tradizionale conferenza stampa. Ecco le parole del terzino cileno: Ringrazio direttore, società e squadra per come mi hanno accolto. Sapevo tanto del Cagliari, nel mio paese è seguito perché ha giocato Pinilla. Tutti sanno che questa squadra rappresenta non solo una città ma una regione. In questa squadra spero di ritrovare l’allegria. Io sono contento. Questa avventura è come quella dell’Udinese. Si parlava sempre di salvezza, ma si lottava per altri obiettivi. Ho trovato un gruppo magnifico e due amici come Padoin e Storari. Ho parlato con Storari 5 giorni dopo la Copa America. Ma io già conoscevo la squadra. Ruolo? Non ho parlato con Rastelli. Sono abituato a giocare come terzino destro, ho giocato anche a centrocampo e anche nel 3-5-2. Io volevo tornare in Italia, per me è importante giocare qua anche per la Nazionale. Per me è stato importante parlare con il direttore, sapere che squadra volevano formare e sono contento di essere qua. Sono due giorni con la squadra e ho visto un gruppo unito. Dobbiamo lavorare per la salvezza. Il mio soprannome? È per la mia famiglia, avevamo cavalli e per questo è nato il soprannome. Ho iniziato con il 3 dalla nazionale giovanile, poi anche all’udinese ho preso il 3. Poi in nazionale ho cambiato perché ero il piú piccolo. Ora l’ho ripreso.

Leave a Reply