Portogallo-Francia 1-0 d.t.s., lusitani campioni d’Europa: report e pagelle

Eder

Il Portogallo è campione d’Europa! I 90′ regolamentari sono finiti con uno scialbo 0-0, con la partita che si è decisa solamente nel secondo tempo supplementare grazie ad un grandissimo gol di Eder, che consegna la coppa alla propria nazionale. Grande beffa per la Francia, che ha controllato gran parte della partita ma si è visto soffiare all’ultimo il titolo a casa propria.

LA CRONACA:

Partita subito molto intensa, con il Portogallo che sfrutta la sua aggressività: al 4′ Cedric dall’out di destra trova l’inserimento di Nani fra i due centrali, ma l’esterno portoghese sbaglia lo stop e tira molto alto. La Francia prova a sfruttare la sua maggiore qualità con un tiro pericoloso di Griezmann che finisce troppo alla destra del portiere. Lo stesso Griezmann va vicinissimo all’1 a 0 con un bellissimo lancio di Payet: Rui Patricio è bravo però a distendersi e a deviare la palla oltre la traversa. Un minuto più tardi Giroud  si guadagna spazio a sufficienza per andare a staccare sul cross ma il suo colpo di testa, indirizzato al centro, trova i guantoni del portiere. La Francia tiene il possesso della palla, con il Portogallo racchiuso nella propria metà campo. Al 21′ Sissoko palla al piede penetra in mezzo al campo per 30 metri e trova un gran tiro che però viene deviato dalla difesa con la palla che finisce alta. Al 22′ prova a rendersi pericoloso anche il Portogallo con il tiro dalla sinistra, finito fuori, di Adrien SilvaLa svolta della partita arriva al 24′ con Ronaldo che esce dal campo infortunato dopo aver ricevuto una botta da Payet qualche minuto prima. La partita cala di ritmo con la Francia che tiene il possesso palla ed il Portogallo che aspetta per ripartire. L’uomo più in forma della Francia è sicuramente Sissoko, che al 32′ si gira bene in area e prova il tiro che però finisce centralmente permettendo al portiere di intervenire. Al 38′ corner per il Portogallo, con Fonte che stacca sopra di tutti ma di testa mette fuori. La partita continua senza particolari emozioni fino alla fine del primo tempo, eccetto per un tiro a giro all’ultimo secondo.

Inizio del secondo tempo sulla falsa riga del primo, con un Partogallo che prova tuttavia ad alzare maggiormente il pressing. Partita molto noiosa, tanto è vero che al 77′ Deschamps prova a cambiare le carte in gioco inserendo il giovane Coman per uno stanchissimo Payet. Al 61′ arriva il secondo giallo della partita per Joao Mario. la Francia nella parte centrale del secondo tempo prova a spingere e al 65′ Griezmann sfiora il vantaggio con un colpo di testa da solo in mezzo all’area che però finisce alto. Qualche minuto più tardi Coman prova un gran tiro dalla distanza che finisce però di un soffio alla sinistra del portiere. Kingsley Coman passa il pallone rasoterra in area ma la difesa la conquista e la allontana dalla porta. Il giovane esterno del Bayern Monaco è scatenato e al 74′ se ne va via sulla sinistra a due uomini, entra in aria e prova il tiro potente, trovando però pronto il solito, reattivo, Rui Patricio. All’azione successiva Joao Mario spreca un grande contropiede sulla destra rallentando troppo l’azione e permettendo alla difesa di rientrare. Gli allenatori provano ancora a cambiare, con la Francia che cambia Giroud per Gignac ed il Portogallo che inserisce Eder per Sanches. Al 79′ il Portogallo va vicinissimo al gol con il cross dalla sinistra di Nani che trovi i pugni di Lloris ma, sulla ribattuta, Quaresma sfiora il gol con una bellissima sforbiciata: l’esecuzione è però debole e Lloris blocca senza problemi. Qualche minuto più tardi, Nani prova ancora a portare in avanti i suoi con un grande tiro dalla distanza. La Francia prova a reagire dopo qualche minuto con un gran tiro dai 25 metri di Sissoko che trova però, come al solito, una grande reazione di Rui Patricio. Prima della fine della partita Giganc sfiora il vantaggio dopo una serie di dribbling sulla sinistra: il tiro del francese però sbatte sul palo rovinando l’azione e decretando il continuo del match anche per i tempi supplementari.

TEMPI SUPPLEMENTARI:

Nessuna azione degna di nota nei primi minuti nel primo tempo supplementare, eccetto per un colpo di testa di Pepe sugli sviluppi di un calcio di punizione (azione tra l’altro non convalidata per fuorigioco). La partita si fa comunque più nervosa, con tre ammonizioni in 5 minuti di partita (per Carvalho, Guerreiro e Umtiti). Intorno al 100′ grande azione di Pogba sulla sinistra che, dopo una serie di dribbling, si conquista un prezioso calcio d’angolo che però non viene sfruttato. Al 103′ il Portogallo sfiora il vantaggio con un colpo di testa di Eder, con Lloris che compie un autentico miracolo deviando la palla di istinto. All’inizio del secondo tempo brivido clamoroso per l Francia, con Guerreiro che trova la traversa interna su un bellissimo calcio di punizione. Al 109′ però la partita cambia: Eder , infatti,corona col gol la sua splendida azione personale, calciando un pallone velenoso da 23 metri sulla sinistra. La Francia prova a ributtarsi tutta in avanti. I transalpini però attaccano a testa bassa senza costruire azioni fluide, con il Portogallo che si rende pericoloso in un paio di occasioni in contropiede. I lusitani stringono i denti e resistono fino alla fine: Euro 2016 è finita! Portogallo campione d’Europa!

LE PAGELLE:

Portogallo (4-4-2): Rui Patricio 8; Cedric 6, Pepe 6.5, Fonte 7, Guerreiro 7; W. Carvalho 6.5, Adrien Silva 5.5 (65′ Moutinho 7), João Mario 7, Renato Sanches 6.5 (77′ Eder 8); Nani 7.5, Cristiano Ronaldo s.v (25′ Quaresma 7). Ct: Fernando Santos

Francia (4-2-3-1): Lloris 6; Sagna 6, Koscielny 5, Umtiti 5, Evra 6; Pogb 5.5, Matuidi 5; M. Sissoko 7.5 (110′ Martial s.v), Griezmann 5, Payet 5.5 (58′ Coman 5); Giroud 5 (77′ Gignac 6). Ct: Didier Deschamps

Leave a Reply