#PremierLeague – Manchester United, Mourinho è nell’Olimpo (economicamente e sportivamente)

Chelsea's coach Mourinho waits for the kick off of their Champions League Group G soccer match against Sporting Lisbon at the Estadio Jose Alvade in Lisbon

Il degno sucessore di Sir Alex Ferguson dopo alcuni anni di cambi è stato trovato, forse qualcuno avrà da ridire ma come ha detto il vicepresidente dei Red Devils: “José è il miglior allenatore in questo momento. Ha vinto trofei e ha ispirato giocatori in tutta Europa e in più conosce molto bene la Premier League avendo vinto già 3 volte il titolo. Voglio dargli il mio benvenuto, è l’uomo ideale per migliorare la nostra società”.

Nei tre anni che seguiranno il manager prenderà un totale di 59 milioni di euro netti, con un’opzione fino al 2020.

Già vi avevamo parlato in #Goal&Cash di questa trattativa, la cosa poi sembrava sfumata, ma dopo l’addio di van Gaal tutti eravamo certi del suo approdo a Manchester.

Nel giro di qualche anno i prezzi per l’ingaggio dei top manager sono schizzati alle stelle, sembravano una cifra irraggiungibile i quasi 14 milioni per Ancelotti al PSG.

La moda degli ingaggi super per i tecnici sembra essere arrivata da Oriente, in cui si spendevano tranquillamente 10 milioni di euro per tenere Lippi sulla panchina del Guangzhou.

La Premier si preannuncia niente male e non è solo una questione economica: Guardiola, Mourinho, Wenger, Klopp sono un buon cartellone per non perdersi nemmeno una partita, senza scordare i nostri Antonio Conte Claudio Ranieri.

Leave a Reply