#ESCLUSIVA – Lazio, Giustiniani: “Futuro Klose? Eintracht Francoforte o in MLS”

FBL-WC2014-GER-AUT

Gabriele Giustiniani, giornalista di Fox Sports, è intervenuto ai microfoni di RadioGoal24 per parlare di Miroslav Klose che ha dato l’addio alla Lazio: “Sicuramente Klose è un giocatore che in Germania riscuote un discreto successo ed il suo futuro interessa a molti, un ragazzo che ha fatto la storia del campionato tedesco, un ragazzo che ha fatto la storia della Germania, insomma è inevitabile che intorno al suo futuro ci siano tante voci e che ovviamente si cerca di capire quello che sarà l’avvenire degli eventi. Quello che so io al momento è di questo presunto interesse dell’Eintracht Francoforte che è una squadra che in questa stagione ha avuto veramente dei momenti molto complicati. In precedenza mi pare di ricordare che lo stesso Klose avesse espresso il desiderio di ritornare dove tutto è iniziato, al Kaiserslautern, però obiettivamente quello non è un club che da tantissima visibilità, non è al top per quanto riguarda il panorama europeo e sopratutto non è in Bundesliga in questo momento. Il vero problema è che anche l’Eintracht secondo me rischia di non rientrare in Bundesliga perché avendo perso l’ultima partita contro il Werder Brema, dovrà affrontare lo spareggio contro il Norimberga. Secondo me bisogna aspettare l’esito di questo spareggio e poi capire se arriveranno anche delle altre offerte. 

Quindi non ci sono altre squadre interessate a Klose?

“No, in questo momento no. Chiaramente bisogna capire come andranno le cose in Germania, credo che questo sia un periodo di calma in cui Klose deve capire dove finire la propria carriera. Un giocatore che ha vinto tanto come Klose deve avere la mentalità di rimettersi in gioco per degli obiettivi che non sono consoni a lui, uno che praticamente ha vinto tutto con la Nazionale, che dovunque è andato ha dominato per poi ripartire da una squadra che rischia ogni anno di salvarsi, dove peraltro c’è già un idolo molto forte di nome Alexander Meier che l’anno scorso è stato il capocannoniere della Bundesliga, quest’anno è stato fuori per un pò di tempo per alcuni infortuni muscolari, però lì è un idolo, non è più giovanissimo però fa la prima punta ed è un giocatore con caratteristiche simili a quelle di Klose. Bisogna capire poi nel discorso tattico dove si va a collocare Klose, l’Eintracht quest’anno ha cambiato allenatore per esempio, proprio perché il mister non aveva un grosso feeling con lo spogliatoio, è arrivato Kovac, ex Ct della Croazia, che ha fatto molto bene anche se a volte ha preso alcune decisioni discutibili, ha cambiato modulo, però ora deve giocarsi il tutto per tutto. Io non mi stupirei se Klose prendesse in considerazione un’offerta americana per provare a cambiare totalmente ambiente per fare un’esperienza di questo tipo”.

In MLS ci sarebbero più pretendenti? 

“Sì, sicuramente in MLS il livello è più basso e purtroppo in Germania si gioca a dei ritmi molto alti e gli avversari amano pianificare per tempo e c’è un movimento di giovani molto vasto. Ci sarebbero delle squadre interessate a Klose, però c’è sempre il discorso dell’ingaggio, del prestigio, dei diritti di immagini che ovviamente sono fondamentali. Il Napoli in Italia è maestro, infatti i contratti di De Laurentiis sono molto lunghi e difficile per certi versi anche da interpretare perché c’è un’attenzione particolare ai diritti di immagine e Klose è sicuramente un uomo -simbolo a prescindere della squadra dove va, quando arriva sposta qualcosa all’interno del club e all’interno della squadra, per cui c’è da valutare una serie di fattori. Una squadra che mi viene in mente che avrebbe più bisogno di un centravanti è lo Schalke04, anche se però Klose viene dal Werder Brema, per cui è molto complicato. In Germania purtroppo ci sono delle programmazioni e dei tempi in cui si fa fatica ad inserirli”.

Come commenta le voci sull’interessamento della Lazio per Ibisevic?

“Quest’anno è andato molto bene in Bundesliga, l’Hertha Berlino fino a due settimane fa era destinata addirittura al terzo posto in classifica dietro Bayern Monaco e Borussia Dortmund; pezzo forte dell’Hertha è stata la difesa quest’anno e la coppia per il contopiede Kalou-Ibisevic per l’appunto che è di nazionalità bosniaca e che in Nazionale è praticamente il vice Dzeko. Tra l’altra Ibisevic viene da una stagione negativa in cui a novembre ha segnato il suo primo gol in trasferta. Quest’anno invece si è ripreso alla grande ed è tornato in Nazionale, ha fatto una super stagione anche se poi non ha disputato la Champions League, per cui è un profilo molto simile a quello di Klose perché è un giocatore prettamente da area di rigore che ogni pallone che passa la butta dentro, è stato aiutato anche da Kalou che ha ridisegnato la sua posizione rispetto a quando giocava al Chelsea, o al Lille, in cui faceva la prima punta, poi si è adattato a seconda punta e ha dato un sacco di assist ad Ibisevic che è un giocatore interessantissimo, grande fisico, grande protezione del pallone, sa fare gol, per cui può ricoprire quel ruolo li. Chiaramente non è un’abilità straordinaria, Ibisevic non rincorre gli avversari, è uno che si mette davanti e segna”.

Un altro nome è quello di Milik che tempo fa era stato offerto alla Lazio 

“Milik è un profilo simile, c’era Voeller che stravedeva per lui e sta facendo benissimo all’Ajax, che non è l’Ajax di un tempo, è pieno di giovani e si diverte da morire chi la guarda, però in confronto alle squadre delle altre competizioni qualcosina perde. Milik è uno dei giocatori pù interessanti che ha offerto l’Eredivisie quest’anno, è il punto di riferimento dell’Ajax, ha un gran tiro da fuori, è un giocatore strutturato che andrebbe perfetto per il campionato tedesco, però potrebbe essere tranquillamente adattato anche a quello italiano. Uno grosso e forte con il profilo simile a quello di Ibisevic. Bisogna vedere però il problema del cartellino, in Olanda puoi scommettere solo in un certo modo. L’Hertha era una squadra che si doveva salvare, poi ha fatto una stagione ottima, quindi è un pò più proibitivo prendere Ibisevic, mentre l’Ajax ha vissuto una profonda delusione perché per 90′ aveva in mano il titolo poi con un pareggio l’ha perso, una squadra che forse doveva resettare qualcosa a livello societario, per cui magari potrebbe essere un momento buono per prendere Milik sicuramente che credo sia tutto sommato abbordabile, un giocatore però su cui bisogna lavorare molto perché deve crescere”.

Lewandowski nell’ultima giornata ha raggiunto Klose e Matthaus nella classifica dei più grandi marcatori di sempre

“Sì, Lewandowski è un altro tipo di giocatore rispetto a Klose, non so se considerarla proprio l’evoluzione di Klose ma è un giocatore straordinario. Lui è riuscito a far cambiare idea a Guardiola sul concetto di 9. Guardiola, che non giocava col 9, a Barcellona ha fatto fuori Ibrahimovic, col Bayern invece l’unico 9 che può giocare con lui è Robert Lewandowski, poi un giocatore che segna 30 gol in Bundesliga non succedeva dal 76/77, per cui è straordinario. Credo che sia destinato a rimanere al Bayern anche se mezza Europa è su di lui perché sopratutto c’è grande stima per lui anche da Ancelotti”.

 

Leave a Reply