Manchester United-Leicester 1-1, festa rimandata per le “Foxes”: report e pagelle

Martial

Niente festa per il Leicester, che impatta per 1 a 1 all’Old Trafford contro il Manchester United. Partita molto combattuta ed equilibrata, con molte azioni da gol da ambo le parti. I gol sono arrivati entrambi nel primo tempo: passati in vantaggio i padroni di casa con un tiro  al volo di Martial, i Red Devils sono stati raggiunti qualche minuto più tardi dal colpo di testa di Morgan. Adesso il Leicester può diventare campione già da questa giornata in caso di non vittoria del Tottenham contro il Chelsea. Nella prossima partita dei Foxes rientrerà Vardy, ma mancherà Drinkwater, espulso per doppia ammonizione in questa partita. Festa solo rimandata per Ranieri?

Leicester che parte un po’ timido, con il Manchester United che prova a spingere sopratutto a sinistra, sfruttando gli inserimenti di Martial.Red Devils sono bravi a pressare molto alti, schiacciando di fatto i Foxes nella loro metà campo. Al 7′ lo United passa subito in vantaggio: Valencia effettua un cross dalla destra trovando Martial sul secondo palo: il francese al volo infila il portiere avversario sotto le gambe e fa 1 a 0. Il Leicester prova subito a reagire con Mahrez dalla destra che prova a servire con un cross Okazaki sul primo palo, ma il giapponese non è preciso nel colpo di testa e mette la palla fuori.  La partita comunque la fa il Manchester United: al 13′ gran cross sulla destra di Blind che trova Fellaini di testa sul secondo palo: il belga la appoggia a Lingard il quale però trova un reattivo Schmeichel che respinge il pallone permettendo alla difesa di spazzare. Il Leicester però al 16′ trova il pareggio: punizione dai 32 metri battuta da Mahrez che trova capitan Morgan nell’area piccola che di testa batte facilmente De Gea. Sul gol grave errore di Rojo, che perde completamente la marcatura. Al 21′ buonissima punizione guadagnata da Rashford, ma sulla battuta Rooney trova solo la barriera. Ranieri nella metà del secondo tempo prova a cambiare, spostando Schlupp sulla destra e mettendo invece Mahrez più avanti, visto che sulla destra l’algerino stava soffrendo moltissimo. Proprio quest’ultimo al 29′ crea panico nella difesa del Manchester saltando 3 persone e servendo sulla sinistra Schlupp, il cui tiro viene però deviato da un provvidenziale Valencia. Un minuto più tardi Simpson perde un pallone sanguinoso a centrocampo, lanciando Lingard da solo davanti al portiere; il difensore del Leicester però recupera sul giocatore avversario e riesce all’ultimo a rubargli la palla prima che concludesse in porta. Intorno alla mezz’ora Mahrez torna sulla destra e al 37′ proprio dall’esterno prova un cross velenoso per Okazaki sul primo palo, ma il colpo di testa del giapponese è ancora impreciso e finisce fuori. Due minuti più tardi è ancora il Leicester ad affacciarsi davanti con un tiro di Drinkwater che viene deviato in angolo, dopo essere stato servito con un filtrante da Kanté. Partita che cambia timone continuamente, con vari capovolgimenti di fronte: negli ultimi minuti è il Manchester United a provarci, ma la difesa del Leicester è molto compatta e riesci a neutralizzare i tentativi di Martial e compagni.

Il secondo tempo si apre con un corner battuto dal Leicester in cui il solito Morgan prende la palla di testa, anche se questa volta De Gea riesce facilmente a bloccare. Al 50’percussione di Mahrez sulla destra, ma il cross rasoterra dell’algerino non viene respinto in rete da nessuno, con la palla che finisce invece in corner per la deviazione di Blind. Al 53′ grande sponda centrale di Okazaki che permette ad Ulloa di tirare al volo: palla di un soffio fuori. La partita la fa il Leicester, con Schlupp che l’azione dopo mette un velenoso cross rasoterra dalla sinistra che però viene bloccato a terra da De Gea. Al 60′ ci prova anche il Manchester United, con Fellaini che serve centralmente Rooney, il quale però da fuori area prova un complicatissimo pallonetto che finisce alto. Al 64′ cross di Mahrez sulla destra da calcio di punizione che trova Ulloa al centro dell’area, ma il suo colpo di testa finisce di un soffio alto. Al 69′ su calcio d’angolo ci prova anche il Manchester United, con Fellaini che svetta di testa in mezzo all’area ma mette fuori. Al 66′ entra il classe ’96 Gray, che appena entrata mostra la sua grande velocità con una grande corsa palla al piede sulla destra, con il suo cross in mezzo che viene deviato all’ultimo dalla difesa dei Red Devils. Azione fotocopia dello United al 76′, con la deviazione all’ultimo del cross di Martial dalla sinistra dopo una grande corsa. prova a spingere la squadra di casa, con Rooney che al 77′ trova con un lancio lungo Smalling in mezzo all’area: Schmeichel però è bravo ad anticipare il difensore inglese. la partita nell’ultimo quarto d’ora si fa molto più divertente, con le squadre che si allungano molto: ogni possesso palla è una potenziale occasione da gol. All’86’ il nuovo entrato Depay sfugge a due uomini sulla sinistra e si fa atterrare al limite dell’area di rigore: calcio di punizione ed espulsione per Drinkwater. Negli ultimi minuti il Manchester United in superiortià numerica si riversa nella metà campo avversaria. Negli ultimi minuti miracolo di Schmeichel su un azione molto confusa nata da un cattivo retropassaggio di Huth. Il Manchester United ci prova fino all’ultimo, ma la squadra di Ranieri si chiude in difesa e riesce a portarsi a casa un meritato pareggio.

MANCHESTER UNITED (4-2-3-1): de Gea 6.5; Valencia 6, Smalling 6.5, Blind 6, Rojo 5; Carrick 6, Fellaini 7 (74′ Herrera); Lingard 6 (61′ Mata), Rooney 7, Martial 7; Rashford 5 (81′ Depay). All.: van Gaal.

LEICESTER (4-4-2): Schmeichel 7; Simpson 6.5, Huth 6.5, Morgan 7, Fuchs 6; Mahrez 7 (87′ King) Kanté 7.5, Drinkwater 5.5, Schlupp 6.5 (76′ Albrighton); Okazaki 6 (66′ Gray), Ulloa 5. All.: Ranieri.

Leave a Reply