#Esclusiva – Pro Vercelli, Foscarini: “Non mi fido dei cambi di allenatore”

Foscarini

Intervistato da RadioGoal24, ha lasciato alcune dichiarazioni Claudio Foscarini, allenatore della Pro Vercelli che milita nella Serie B italiana, ha commentato la risalita nella seconda serie italiana della sua ex squadra Cittadella: “Mi fa veramente piacere perché credo che la squadra ritorni dove merita perché lo scorso anno avremmo anche sbagliato però credo che non si sia fatto un campionato molto regolare per alcune cose che noi sappiamo e quindi ha pagato però la società mi è piaciuta perché si è rimboccata le maniche, è ripartita con grande determinazione e poi c’è stata una marcia trionfale perché non credo si aspettassero neanche i ragazzi un campionato da protagonisti; ma ecco, il Cittadella è ritornato dove meritava di essere sopratutto grazie alla bravura di una società che ha saputo ripartire ed io avevo una gran fiducia in questo perché da 10 anni conosco le persone e i dirigenti.

Parlando del presente,  in vista del confronto con l’Avellino di Tesser, lei pensa di trovare un avversario arrabbiato? E sopratutto, come pensa che si comporterà l’Avellino in queste ultime giornate?

Sicuramente a noi capita spesso, è la terza volta in un mese che capita una squadra che affronta la Pro Vercelli in cui cambia proprio in quella giornata l’allenatore, succederà domani con l’Avellino, è successo con il Modena e con il Livorno. Non mi è mai piaciuto quando devo affrontare una squadra che cambia allenatore perché poi ci sono diverse incognite non solo a livello tecnico ma sopratutto a livello motivazionale, l’allenatore da sempre qualcosa di diverso e qualcosa in più, quindi in questo mese non siamo stati fortunati in questo senso. Penso che sia una partita importante per loro ma anche molto importante per noi che cerchiamo una vittoria che ci farebbe fare un grande passo. Noi dobbiamo essere pronti e cercarla a tutti i costi e a lottare fino alla fine. Noi ci auguriamo di chiudere il campionato prima, però in queste 5 partite può succedere di tutto e noi dobbiamo essere preparati a lottare proprio fino all’ultimo minuto dell’ultima partita.

Parlando invece del futuro, ha parlato già con la società per il suo futuro o se ne riparlerà a fine stagione?

Assolutamente no, c’è in ballo una cosa così importante come la permanenza in Serie B della squadra, credo che magari tutte le nostre energie sono focalizzate su questo obbiettivo  quindi ci sarà modo poi magari di vedere e di valutare. Sinceramente non mi interessa più di tanto, mi interessa più centrare l’obbiettivo per dare una mano a questa società, a questo gruppo, poi ci saranno i tempi necessari per fare quattro chiacchiere e pensare al futuro, però in questo momento non è la priorità.

Leave a Reply