Napoli, Grassani sulla squalifica: “Vogliamo una riduzione”. Intanto impazza l’hashtag #IoStoConHiguain

Soccer: serie A, Chievo Verona-Napoli

La situazione in casa Napoli non è certo delle più rosee. Dopo la sconfitta per 3-1 contro l’Udinese e la pesante squalifica arrivata a Gonzalo Higuain dopo l’espulsione rimediata proprio contro i friulani, la piazza partenopea si ritrova a 6 punti dalla Juventus capolista con ancora 7 partite da giocare. Oltre al danno la beffa. Dopo la notizia ufficiale della squalifica contro il Pipita, l’avvocato della squadra partenopea ha dichiarato che attueranno il ricorso contro la suddetta e che chiederanno la riduzione di almeno una giornata di qualifica se non addirittura due, intervenendo così ai microfoni di Radio Kiss Kiss: “Quattro turni per Gonzalo sono troppi. Una volta letti gli atti abbiamo deciso di presentare ricorso, perché tra quello che ha scritto l’arbitro nel referto e quello che ha deciso il Giudice Sportivo esistono delle discrepanze. Per quanto riguarda il ricorso, adesso ci vogliono 7 giorni per depositarlo. Chiederemo la riduzione della squalifica a due giornate, oppure tre nel caso la prima richiesta non venga accolta”. Dunque l’intenzione del Napoli è quella di riavere il bomber a disposizione per la partita contro il Bologna o nel peggiore dei casi contro la Roma. Intanto sui social impazza l’hashtag #IoStoConHiguainn a sostegno del cannoniere argentino, assieme all’altro tormentone No HIguain No Pay TV che sta letteralmente infettando i tifosi partenopei, tanto da postare sui maggiori social network delle foto di abbonamenti disdetti e smart card distrutte.

Leave a Reply