#WeeklyReport – 10 a Johan Cruijff, 5 al possibile ritiro di Ibrahimovic

veel-steun-voor-cruijff-vanuit-de-sportwereld-e1445517876951

VOTO 10 a Johan Cruijff, genio del calcio moderno. La notizia della morte di Cruijff ha spiazzato tutti viste le sue rassicurazioni recenti che facevano ben sperare nel suo pieno recupero. Invece quando meno te lo aspetti, la morte viene a prenderti senza un preavviso, lasciando solo il ricordo di un uomo che forse più di tutti ha impersonato il calcio moderno. Ciao Johan!
GENIO ASSOLUTO

VOTO 9 alla probabile Italia giovane che scenderà in campo questa sera contro la Germania. Finalmente verrà dato spazio a chi se lo merita e non a chi una più lunga anzianità nella Nazionale maggiore. Il tridente formato da Insigne, Zaza e Bernardeschi, conditi dalla presenza di Acerbi, Florenzi e Darmian negli altri reparti può davvero farci sperare contro i campioni del mondo? Questo non si sa, ma siamo certi che la loro freschezza e la loro voglia di fare si rivelerà fondamentale negli anni che a venire!
GIOVANE E BELLA

VOTO 8 al tacco superlativo di Jamie Vardy contro la Germania. Non poteva scegliere giornata migliore e modo migliore per segnare il primo gol con la maglia della Nazionale inglese. Hogdson freme e non vede l’ora di poter schierare la coppia Vardy, Kane al prossimo europeo e con due così la davanti viene lecito sognare. Vardy è incredibile, gioca come se stesse giocando in periferia con gli amici del bar, solo che lo fa nei vari Wembley, Stamford Bridge e Anfield, il che aumenta notevolmente il coefficiente di difficoltà!
AMAZING

VOTO 7 al tifo per argentino per Valentino Rossi. Forse solo Maradona e Lionel Messi riescono a scatenare un bagno di folla così incredibile, sta di fatto che Rossi riesce sempre a dare una carica enorme al pubblico, che sia argentino, italiano o inglese questo non cambia nulla, il Dottore è sempre il Dottore. Il calore argentino è roba da far venire i brividi sulla pelle, che si possa rivelare l’arma in più di Rossi durante il Weekend di gara?
LA GARRA ARGENTINA

VOTO 6 alle aspettative azzurre agli europei. Detto della buona uscita contro la Spagna, in Italia resta un certo scetticismo sulla partecipazione vincente della Nazionale azzurra in Francia, il ché da un lato potrebbe andar bene a tutti. Meglio non crearsi false speranze e restare con i piedi per terra, piuttosto che creare un animo generale per poi ritrovarci con un pugno di mosche in mano.
PIEDI PER TERRA

VOTO 5 al possibile ritiro di Ibrahimovic. No Ibra, questo non puoi farcelo. Ripensaci, ci sono milioni di squadre che vorrebbero averti in rosa e ci sono anche parecchi club disposti a pagarti milioni per averti. In Italia siamo poveri di campioni come te, non è che ci faresti un pensierino al ritorno nel bel Paese?
#DONTQUITIBRA

VOTO 4 a chi critica Antonio Conte dopo aver deciso di abbandonare la Nazionale. Vorremmo capire chi non avrebbe fatto la stessa cosa nei suoi panni. Pur essendo il CT più pagato, Conte si è sempre comportato alla grandissima con la Nazionale e dopo due anni passati tra richieste ai club e alla Federazione di ottenere degli stage molto più avanzati, ricevendo numerosi NO GRAZIE, Conte ha fatto semplicemente la cosa giusta decidendo di lasciare il ruolo da CT dopo gli europei. Ora tutti quanti dobbiamo sperare e tifare che le due parti si lascino tutto alle spalle al termine della competizione, magari con un trofeo in più!
CIALTRONI

VOTO 3 alla Pasqua che ogni anno ci porta via lo sport che più amiamo e che ci fa promettere una dieta che non potrà mai avere un inizio. La Pasqua per lo sportivo è come il l’apocalisse, porta distruzione e sofferenza nella speranza di giorni migliori. Ora però c’è da mettersi sotto con gli esercizi quotidiani e con una sana e rigorosa alimentazione sana. O forse è meglio iniziare domani…
PORTATRICE SANA DI CALORIE

VOTO 2 alla sicurezza dei ciclisti. Il ciclista belga Antoine Demoitié, 25enne corridore belga della Wanty-Groupe Gobert, è morto nella notte in ospedale dopo essere stato investito da una moto in seguito ad una caduta durante la classica Gent-Wevelgem. Secondo le statistiche ci sarebbero circa 3 moto per ogni corridore durante le manifestazioni ciclistiche più importanti e questo dovrebbe far riflettere. Al giorno d’oggi le automobili da Formula 1 risultano più sicure delle biciclette il ché fa capire l’evoluzione nel mondo delle corse ma soprattutto la scarsa evoluzione nel ciclismo. Ciao Antoine!
TROPPO INDIETRO

VOTO 1 all’indifferenza giornalistica nei confronti di attentati terroristici che accadono fuori dall’Europa o fuori dagli Stati che non appartengono alla cultura occidentale. Gli attentati in Pakistan, Iraq e Turchia vengono spesso considerati attentati di Serie B, dove i cittadini scomparsi contano meno di zero. L’indifferenza talvolta rende più crudeli certe stragi.
AGGHIACCIANTE

Leave a Reply