#Nazionali – Germania-Italia 4-1, all’Allianz Arena monologo tedesco: report e pagelle

IT

Germania-Italia non sarà mai un’amichevole. Tantomeno all’Allianz Arena. Ma in questa serata piovosa, per una volta, sono i tedeschi a gioire. Finisce 4-1 per gli uomini di Low che impartiscono una dura lezione di gioco a mister Conte e a tutta la Nazionale.

La cronaca:

Il match comincia su ritmi altissimi. Padroni di casa che provano a tener palla mentre gli Azzurri cercano lo strappo in contropiede, con Zaza che compie un gran lavoro di sponda. All’8′ grande occasione per la Germania che in contropiede presenta Ozil a tu per tu con Buffon ma una strepitosa diagonale difensiva di Darmian sbroglia il tutto mandando il pallone in calcio d’angolo. Al 12′ ancora padroni di casa pericolosi, stavolta con Draxler che riceve palla sulla sinistra e rientra calciando col destro con Buffon che blocca sicuro. Al 15′ primo giallo del match a Giaccherini che, sorpreso da un cambio di gioco, stende Rudy che stava per entrare in area di rigore. Al 24′ la Germania passa in vantaggio: cross di Muller dalla destra, Bonucci allontana male e Kroos da fuori area, col piattone, batte Buffon per l’1-0. Italia completamente in bambola; la squadra di Conte non riesce a superare il centrocampo lasciando grandi spazi ai tedeschi. Al 28′ ci prova Muller da fuori area con un destro a giro che Buffon alza in calcio d’angolo. Al 32′ primo squillo ospite: Zaza sponda di testa per l’accorrente Insigne che calcia di prima intenzione da fuori, mandando tuttavia il pallone alto. Al 37′ per poco Ter Stegen non la combina grossa sulla pressione di Zaza ritardando il rinvio. Al 45′ Gotze, di testa, beffa clamorosamente la difesa italiana portando la Germania sul 2-0 su un gran cross di Draxler che coglie impreparata la coppia Darmian-Florenzi lasciando immobile Gigi Buffon. Dopo 1′ minuto di recupero si va negli spogliatoi sul parziale di 2-0, risultato giusto e forse anche stretto, per quello visto nei primi 45′.

Avvio di ripresa favorevole agli azzurri. Al 48′ grandissima chance per l’Italia con Insigne che pennella in area per Montolivo che stoppa col destro e prova con la punta sinistra, ma il pallone si spegne al lato della porta di Ter Stegen. Al 57′ arriva il cartellino giallo anche per Hummels. Al 59′ arriva, però, il tris della Germania, che chiude il match, con Hector che a porta sguarnita firma il 3-0 dopo una fantastica serpentina di Draxler. Al 61′ dentro Reus per Gotze e Ranocchia per Bonucci, infortunatosi nell’occasione del goal tedesco. Al 63′ De Silvestri prende il posto di uno stanchissimo Florenzi. Al 67′ Zaza ha una buona occasione in area di rigore ma il suo sinistro finisce alto sopra la traversa. Al 68′ fuori Insigne, Giaccherini e Thiago Motta dentro El Shaarawy, Okaka e Parolo, mentre Emre Can prende il posto di Muller. Al 73′ calcio di rigore in favore della Germania: sul pallone in profondità erroraccio di De Silvestri, con Rudy che scarta Buffon prima di essere messo giù dallo stesso portiere. Dagli 11 metri Ozil spiazza Buffon e cala il poker. Al 77′ mister Conte si copre inserendo Antonelli per Zaza. All’82’ El Shaarawy sigla il goal della bandiera con un bel destro a giro che, complice una deviazione, beffa Ter Stegen. All’85’ fuori Hector e dentro Ginter e fuori anche Draxler per Volland. All’88’ occasione per Okaka che, servito da El Shaarawycalcia debolmente in diagonale tra le braccia di Ter Stegen. Al 90′ fuori Kroos che lascia il posto a Kramer. Dopo 2′ di recupero l’arbitro manda le squadre negli spogliatoi.

Finisce 4-1 per la Germania che vince meritatamente grazie soprattutto alle intuizioni di Low che blocca le corsie offensive azzurre e puntando molto, e in maniera efficace, sul palleggio dei propri centrocampisti che, grazie alla superiorità numerica rispetto ai calciatori italiani, riescono a imbastire azioni pericolose con grande semplicità.

Le pagelle:

Germania (3-4-3): Ter Stegen 6; Rudiger 6.5, Hummels 6.5, Mustafi 6; Hector 7 (dal 85′ Ginter s.v.); Kroos 7 (dal 90′ Kramer s.v.), Ozil 7, Rudy 7; Draxler 7.5 (dal 85′ Volland s.v.), Gotze 6.5 (dal 61′ Reus 5.5), Muller 7 (dal 68′ Emre Can 5.5) . Allenatore: Low 7

Italia (3-4-3): Buffon 5.5; Bonucci 5 (dal 61′ Ranocchia 6), Astori 5, Darmian 5.5; Florenzi 5.5 (dal 63′ De Silvestri 5.5), Montolivo 5, Thiago Motta 4.5 (dal 68′ Parolo 5.5), Giaccherini 5 (dal 68′ El Shaarawy 6); Bernardeschi 5, Zaza 5.5 (dal 77′ Antonelli s.v.), Insigne 6 (dal 68′ Okaka 6). Allenatore: Conte 5

Leave a Reply