#Nazionali – Olanda-Francia 2-3: Matuidi segna il gol vittoria!

gfhg

Nel giorno del tributo a Johan Cruijff l’Olanda perde per 2-3 contro la super favorita Francia che si fa rimontare due gol ma vince comunque la partita grazie alla rete di Matuidi. Dopo la triste scomparsa dell’olandese che vinse 9 campionati con la maglia dell’Ajax, l’Amsterdam Arena ha voluto omaggiare il calciatore al minuto 14 della partita amichevole, 14 come il numero che da sempre ha contraddistinto il mitico calciatore olandese.
Blind decide di schierarsi con un solido 5-3-2 che all’occorrenza diventa un 3-5-2 molto offensivo, mentre Deschamps opta per un 4-3-3 con Giroud unica punta con Griezmann e Payet ai lati dell’ariete francese. Pronti via la Francia parte fortissimo e prova subito a centrare il bersaglio con il temibile Payet che dalla distanza mette in guardia il portiere Oranje Cillessen. Questo è però il preludio al vantaggio dei Bleus, che trovano il primo gol grazie ad una punizione calciata magistralmente da Griezmann sulla quale Cillessen non è molto attento, facendosi infilare facilmente. Alla ripresa del gioco ci sono sono i francesi di Deschamps che al minuto 13 trovano subito il raddoppio grazie ad Oliveir Giroud che sigla il 2-0, proprio un minuto prima della celebrazione a Cruijff. Nel secondo tempo si scatena una girandola di cambi che cambierà di fatto la partita. Il neo entrato Depay scodella in mezzo una punizione perfetta che trova De Jong, andando a firmare l’1-2 per gli olandesi. La rimonta sembra fattibile e l’Olanda prova a crederci ma non riesce a trovare la via del gol. Dopo la seconda ondata di cambi, al minuto 86′ la difesa francese dimentica Affellay che sugli sviluppi di un corner segna il definitivo pareggio per gli Oranje. Ma la doccia fredda per gli olandesi arriva per mano di Blaise Matuidi che all’ultimo secondo insacca il gol partita. Proprio lui che porta sulle spalle il numero 14 tanto caro agli olandesi.

Al termine della partita l’allenatore degli olandesi ha dichiarato: “Abbiamo affrontato un ottimo avversario, una squadra che è tra le favorite in vista dei prossimi Europei. Da partite come queste si può solo trarre insegnamento. Facendo questo possiamo vivere meglio una sconfitta patita contro una squadra che per molti aspetti è superiore alla nostra. Sullo 0-1 non siamo stati fortunati. Io comunque sono tutt’altro che sconvolto, dobbiamo concentrarci sui nostri miglioramenti. Al momento del fischio d’inizio della partita tutti pensano ed agiscono da professionisti. Il 2-2? E’ deludente perdere dopo una rimonta, il pareggio sarebbe stato meglio ma forse non era il risultato più giusto”.

Leave a Reply