Chievo-Milan 0-0, due legni fermano la rincorsa all’Europa dei rossoneri: report e pagelle

Soccer: Serie A; AC Milan-Chievo Verona

Finisce in pareggio al Bentegodi la sfida tra Chievo Verona e Milan, con le due squadre che si sono divise sia la posta in campo che le azioni distribuite un tempo a testa nel corso della gara, che complessivamente con i recuperi è durata 97 minuti. Vista in chiave di risultati rispetto alla partita contro il Sassuolo si è trattato di un leggero miglioramento, ma in questo modo la corsa all’Europa si fa ancora più ingarbugliata rispetto a qualche settimana fa. E’anche vero che Mihajlovic, oggi assente in panchina per squalifica, aveva impostato un 4-4-2 che è saltato nel preriscaldamento a causa dell’infortunio al flessore di Kucka. Spazio dunque a Menez, non al top della forma, che a va a formare il duo di coppia con Bacca.

La cronaca:

Passano 19 minuti ed il Milan è costretto a rinunciare a Donnarumma, scontratosi fortuitamente con Cacciatore, che porterà un a fasciatura alla testa per tutta la gara, e dopo pochi minuti ha fatto cenno alla panchina di avere dei giramenti di testa e problemi agli occhi, tanto che sarà trasportato in ospedale per una Tac, risultata tranquillizzante. Ecco dunque che senza riscaldarsi tocca ad Abbiati difendere la porta rossonera.

Partenza lenta comunque degli uomini di Mihajlovic, oggi sostituito da Sakic, con il Chievo che nei primi venti minuti colleziona molti calci d’angolo ed un pio di tentativi in contropiede, uno di Floro Flores, Abbiati neutralizza, e la seconda con Meggiorini, e qui Abbiati si supera perchè para con un piede. Tutto il Milan del primo tempo si riassume in una punizione defilata di Honda, la palla non esce molto lontana dal palo alla sinistra di Bizzarri.

Nel secondo tempo il Milan riesce a prendere meglio possesso del campo e riesce a costruire anche azioni interessanti, la prima è di Bonaventura, alta, cui risponde l’ex Birsa, ma Abbiati è attento, ed ancora Baccasu cross di Honda, la palla esce e batte il palo esterno, dando l’illusione a molti del goal.

Menez esce, poco convinto, ed entra Luiz Adriano, irriconoscibile dopo la tosatura generale, Maran manda in campo Pellissier e Pepe. Ma è il Milan ad andare molto vicino al vantaggio: nella stessa azione prima Abate coglie in pieno la traversa, e sulla ribattuta Bertolacci manda sul palo alla destra del portiere. Ancora Bacca riceve in area dall’onnipresente Bonaventura, ma si fa anticipare da Bizzarri.

Al 90′ il Chievo segna anche con Cacciatore, su punizione di Pepe, ma sia lui che un compagno si trovano in evidente offside, quindi l’arbitro annulla.

Per restare in scia Europa il Milan avrebbe dovuto portare a casa questa partita, ma così non è stato. Ora testa alla partita del posticipo di domenica contro la Lazio in casa.

Le pagelle:

Chievo (4-4-2): Bizzarri 6; Cacciatore 6.5, Dainelli 6, Cesar 6, Gobbi 6; Hetemaj 5.5, Radovanovic 6, Castro 6, Birsa 6.5 (dal 73′ Pepe 6); Meggiorini 6.5 (dal 88′ Mpoku sv), Floro Flores 6.5 (dal 62′ Pellissier 5)

Milan (4-4-2): Donnarumma sv (dal 19′ Abbiati 7); Abate 6, Alex 6, Romagnoli 6.5, Antonelli 6; Honda 6.5, Poli 6.5 (dal 85′ J. Mauri sv), Bertolacci 6, Bonaventura 6.5; Bacca 6, Menez 5.5 (dal 60′ Luiz Adriano 6.5)

Leave a Reply