#TheRoyalBaby – Alessio Romagnoli

Trofeo Tim 2015

Trattando i giovani talenti Under21 sparsi per il globo, non potevamo esimerci dal raccontare la storia del giovane difensore del Milan Alessio Romagnoli, considerato da molti come uno dei futuri centrali migliori al mondo. Bravo con i piedi, ottimo nel gioco aereo e buon tempismo d’intervento. Nel 2015 è stato inserito nella lista dei migliori giovani nati dopo il 1994 stilata da Don Balón.

Alessio nasce ad Anzio, in provincia di Roma, il 12 gennaio del 1995 e cresce calcisticamente con le squadre giovanili della Roma, fino al momento in cui un certo Zdeněk Zeman si accorge del potenziale che ha il ragazzo e lo aggrega agli allenamenti della prima squadra. L’11 dicembre del 2012, il tecnico boemo decide di farlo esordire in una partita di Coppa Italia contro l’Atalanta. Il 22 dicembre seguente arriva, a soli 17 anni, l’esordio in Serie A contro il Milan subentrando a Capitan Totti. Il 3 mazrzo 2013, alla terza presenza in serie A, viene schierato titolare per la prima volta in assoluto e segna anche un gol nel match vinto contro il Genoa.

Nella stagione 2013/2014 arriva Rudi Garcia sulla panchina della Roma e Romagnoli indosserà la maglia giallorossa per 11 volte nel corso della stagione. Le qualità del giocatore cominciano a essere trasparenti e si fanno sentire le prime voci di mercato per il gioiello del vivavio giallorosso.

Durante il mercato estivo del 2014, Alessio viene acquistato dalla Sampdoria con la formula del prestito annuale secco. La stagione successiva, con la maglia dei blucerchiati, sarà la consacrazione del classe ’95. Con Mihajlovic in panchina trova continuità e fiducia, chiuderà la stagione con 30 presenze e anche 2 reti.

Si comincia a parlare di varie squadre europee che vorrebbero acquistare, durante il mercato estivo del 2015, il giocatore della Roma e la società del Milan sembra partire subito in vantaggio. Infatti, Romagnoli verrà ceduto ai rossoneri per una somma totale di 25 milioni di euro. Un grande investimento fatto da Galliani e Berlusconi, i quali vedono nel giocatore laziale il nuovo Alessandro Nesta.

La stagione attuale è caratterizzata da alti e bassi per Romagnoli, così come per quasi tutto il Milan. Alessio ha attualmente collezionato 29 presenze e segnato 2 gol. Più che Nesta, ricorda molto di più Materazzi o Bonucci per la caratteristiche in campo. Ha un ottimo sinistro con il quale spesso e volentieri può far partire la manovra offensiva della squadra ed è molto bravo nel gioco aereo.

In Nazionale maggiore non ha ancora esordito, ma è stato convocato da Prandelli durante uno stage per visionare i giocatori più interessanti. Dopo aver giocato in Under 16, 17 e 19, indosserà la maglia dell’Under 21 per la prima volta nel marzo del 2014 e prenderà parte all’Europeo Under21 del 2015 in Repubblica Ceca.

Leave a Reply