#PolvereDiStelle – Le campionesse italiane dello sport

pellegrini-cagnotto

Ormai la società moderna è sempre più tinta di rosa, con le donne che sono sempre più determinanti nella vita quotidiana, ricoprono ruoli fondamentali e hanno raggiunto una loro importate dimensione nel panorama dei diritti, cosa che fino a pochi decenni fa ancora era impossibile immaginare. Anche nello sport le donne sono sempre più protagoniste principali e non più di secondo piano rispetto agli uomini.

Nella rubrica ‘Polvere Di Stelle’, oggi vogliamo analizzare alcune campionesse dello sport italiano, in occasione della celebrazione della giornata mondiale sui diritti delle donne, dell’8 marzo. Campionesse che più o meno recentemente si sono contraddistinte e hanno portato in alto il tricolore nel mondo.

In modo particolare vi racconteremo di Valentina Vezzali e le ragazze della scherma, di Federica Pellegrini, di Tania Cagnotto, le ragazze del tennis: Errani, Vinci, Pennetta e Schiavone e le campionesse della pallavolo. Di donne da ammirare nello sport ce ne sono tante, ne abbiamo scelta solo qualcuna.

Partiamo da Valentina Vezzali. Donna esemplare e campionessa immensa. L’abbiamo vista trionfare per anni nella scherma, prima donna a vincere tre medaglie d’oro di fila in 3 olimpiadi. Secondo alcuni tabloid è considerata la più grande schermitrice di tutti i tempi. Esempio di correttezza e lealtà, ha vinto l’ultimo oro olimpico a quasi 40 anni, con 2 parti alle spalle. Una campionessa assoluta, portabandiera dell’Italia alle ultime olimpiadi di Londra 2012. Nel 2012 ha vinto il bronzo dopo 3 ori di fila, battuta solo dalle connazionali Arianna Errigo ed Elisa Di Francisco, completando un podio tutto italiano mai accaduto nella storia dei giochi olimpici. Con la Errigo e la Di Francisco ha vinto anche altri ori per scherma a squadre. Una delle campionesse più grandi dello sport italiano.

Arriviamo a Federica Pellegrini. Un’altra campionessa assoluta del nostro sport, regina dei 200 stile libero del nuoto. Donna molto diversa dalla Vezzali, molto più popolare e social e più nel gossip, vista anche la sua giovane età e bellezza. Molto famosa per le low stories con i suoi colleghi Pippo Magnini e Luca Marin,  Vincente sin da piccola, quando a soli 17 anni nelle olimpiadi di Atene, vinse un argento ai 200 stile libero. Da allora Federica ha scritto pagine assolute di sport, divenendo un’icona dello sport italiano rosa. Ha vinto un oro e un argento alle olimpiadi, 4 ori e 4 argenti ai mondiali e 6 ori agli europei. Una campionessa amatissima e apprezzata soprattutto dai giovani.

Passiamo ora a parlare di Tania Cagnotto, super campionessa di tuffi. E’ l’unica donna italiana ad aver conquistato una medaglia d’oro ai campionati mondiali di tuffi, oltre 17 nei campionati europei. Unico neo ancora nessuna medaglia olimpica, che Tania proverà a conquistare quest’anno a Rio. Ragazza introversa, timida e dolce, Tania ha però una determinazione assoluta nel raggiungere i propri obiettivi e ottenere sempre il massimo. Seguita da esempio da molte ragazze che grazie alle sue gesta si sono avvicinate al mondo dei tuffi.

Passiamo ora alle ragazze del tennis: la Errani, la Vinci, la Pennetta e la Schiavone. Ognuna di loro ha scritto grandi pagine di storia negli ultimi anni, facendo brillare nuovamente lo sport de tennis al femminile, visto che quello maschile naviga in brutte acque. La Errani e la Vinci nel doppio, la Schiavone nella vittoria del Rolland Garros e la Vinci e la Pennetta finaliste storiche degli scorsi US open, hanno dimostrato che il tennis azzurro è tornato a splendere dopo anni difficili.

Non vogliamo dimenticarci chiaramente delle ragazze della pallavolo femminile, che dopo anni difficili stanno tornando a splendere, grazie ai leader come la Chirichella, la Lo Bianco, la Diouf, la Piccinini e tante altre. Uno sport, quello della pallavolo femminile, sempre molto seguito e amato in italia.

Sicuramente ci sfuggono tante altre protagoniste femminili che in questi anni hanno scritto pagine straordinarie di sport, ma a tutte loro vanno i nostri ringraziamenti per onorare l’Italia e portare in alto i nostri vessilli, in un momento in cui gli uomini stanno vivendo un calo, sono le donne l’orgoglio dello sport italiano.

Leave a Reply