Udinese, la folle scommessa di Hallfredsson: “Nuoterò con gli squali”

hallfredsson-islanda-GettyImages-492170724

Bizzarra e singolare che sia, la scommessa del centrocampista islandese dell’Udinese, Emil Hallfredsson, sta facendo discutere sia in Italia che nel suo Paese natale. L’ex calciatore dell’Hellas Verona ha rivelato alla Gazzetta dello Sport che se la sua nazionale arrivasse alle Semifinali degli Europei 2016 farà una nuotata con gli squali. Ecco quanto dichiarato da Hallfredsson nel corso dell’intervista: “In Islanda c’è una specie di parco acquatico in cui è possibile provarci, ma io non l’ho mai fatto e non ho mai avuto voglia di farlo. Però è vero che l’ho detto e non so neppure io perché. Mah… Avevo 23 anni ed ero appena arrivato in Italia e mi è venuto di dire questa stupidaggine. Mi arrendo: se arriviamo in semifinale, stavolta la nuotata con gli squali la faccio davvero. Che dice, può bastare?“. Questa è la singolare scommessa del centrocampista islandese che ha poi parlato della sua avventura in Italia: Verona? Beh, dopo 6 anni è stata dura, Ho iniziato con loro dalla Lega Pro e siamo arrivati fino alla Serie A. Verona è la mia seconda casa, ma al Chievo non sarei mai passato, piuttosto tornavo in Islanda. Cosa ricordo dell’esperienza alla Reggina? Innanzitutto il sole. Non avevo mai giocato fuori dall’Islanda e da noi in estate al massimo ci sono 20 gradi. In Calabria si andava in campo anche con 40 e mi venivano i colpi di sole, diventavo tutto rosso e qualche volta mi sentivo male. Se le cose calcisticamente fossero andate bene adesso avrei un ricordo migliore, però anche per la mentalità non ero a mio agio, tant’è che ad un certo punto dissi al mio agente: “Via da questo Paese, magari andiamo anche in Serie B però qui non ci voglio più stare” E così passai al Barnsley, nella Seconda serie inglese, ma non fu una buona idea. Così tornai e andai a Verona, scoprendo un’altra realtà, un’altra Italia”.

Leave a Reply