#Liga – Barcellona, Rakitic: “Sono un fan del Barça sin da bambino”

Juventus v FC Barcelona  - UEFA Champions League Final

Ad un anno e mezzo dal suo approdo nel Barcellona, il centrocampista Ivan Rakitic si è raccontato ai microfoni di Sport rilasciando alcune dichiarazioni circa la sua vita e la sua avventura al Barça. Arrivato dal Siviglia, Rakitic spiega che il passaggio dal club andaluso gli è servito per maturare calcisticamente e umanamente: “A Siviglia sono maturato sotto tanti aspetti, ma sono venuto al Barça per cercare di migliorarmi ulteriormente. Il calcio non è solo “calcio”, non finisci l’allenamento ed è tutto la. Il calcio è molto di più. Non è come un lavoro di 8 ore, il calcio è di 24 ore”. Nato in Svizzera, cresciuto in Germania e appunto a Siviglia ma gioca per la nazionale Croata, Rakitic spiega la sua “provenienza”: “Mi sento croato, ma ho giocato con l’under 15 e con l’under 21 della Svizzera, ma in quel momento decisi che avrei dovuto cambiare e diventare a tutti gli effetti un calciatore croato. Fu una decisione dettata dal cuore, pur riconoscendo l’affetto dei momenti vissuti in Svizzera. Con il passar del tempo e della vita mi sento molto, molto molto molto Sivigliano, e molto Andaluso. Nella mia vita privata sono cambiate tante cose grazie a mia moglie”. Infine il calciatore croato ha parlato di quando era solo un fan del Barcellona e dello shock iniziale all’approdo nelle file degli Azulgrana: “Devo dire che sin da bambino ero un fan del Barça grazie a Robert Prosinecki. Era il mio idolo mentre all’arrivo al Barça rimasi shockato. E’ un ambiente unico, non esiste un altro club come questo, però allo stesso tempo decisi di concentrarmi e di non “uccidermi” pensando tanto a certe cose. Voglio solo divertirmi, lavorare al 100% e vincere grazie al legame con i miei compagni, con il tecnico e con la società”.

Leave a Reply