#Goal&Cash – Qatar 2022, oltre 20 miliardi in più per nuove strutture

C_4_foto_1098732_image

Il Qatar è pronto ad investire una cifra vicina ai 22 miliardi per potenziare le strutture previste dai progetti per il Mondiale 2022, che sarà il primo torneo di rilevanza internazionale ad essere svolto in questo Paese.

La nazione del golfo, riuscì ad avere la meglio su Giappone, Corea del Sud e Usa.

Le incertezze legate a questa scelta sono tante e puntualmente si palesano: dal deficit previsto sul petrolio alla fine dell’anno, che porterà una perdita sul bilancio statale di oltre 12 miliardi, alle accuse di corruzione legate anche allo scandalo FIFA scoppiato alcuni mesi fa.

Le ulteriori critiche sono state riservate per il clima, alcuni hanno dall’inizio proposto di svolgere il mondiale in inverno, ma questo creerebbe troppi cambi nei calendari dei campionati.

Ad oggi erano stati preventivati circa 200 miliardi per l’evento, questi 22 andranno investiti in strutture.

Le cifre sono elevatissime rispetto ad edizioni come quella sudafricana o quella brasiliana, anche le spese della Russia per il 2018, non si avvicinano minimamente a queste.

Il Paese ha un programma ben preciso di crescita con l’obiettivo di arrivare nel 2030 come una delle principali potenze economiche mondiali.

A livello complessivo il Qatar investirà oltre 100 miliardi: Aereoporto di Doha, nuovi raccordi stradali, nuove aree portuali, potenziamento delle strutture ricettive ( con l’aumento di 70-80 mila camere in più).

Gli stadi previsti sono 9, con questi nuovi introiti, le tecnologie studiate per la climatizzazione e la riduzione dell’impatto ambientale dovrebbero risultare efficacissime e adatte a lanciare una volta per tutte il Paese del Golfo a livello planetario.

Leave a Reply