Udinese, patron Pozzo: “La svolta arriverà”

pozzo

Ad UdineseTv ha parlato il patron dei friulani Pozzo, esprimendo parole di conforto e sicurezza nei confronti della sua squadra: “Abbiamo completato questa prima fase del match day dello stadio. Il vescovo ha benedetto lo stadio e anche la squadra, speriamo che le cose domenica vadano bene. Questa giornata corona una fase importante della vita di questo club.

Il lavoro fatto è alle spalle, non c’è più tempo di emozionarsi perché dobbiamo guardare avanti: questo è un primo passo per rafforzare il club, abbiamo visto che oggi il tifo si sente molto di più. Nelle partite in casa, nonostante non si sia vista sinora una rispondenza dei risultati a quanto dovuto, il pubblico ha aiutato la squadra. Ma se sbagliamo le cose le partite non si vincono neanche col dodicesimo uomo in campo: siamo contenti del risultato raggiunto, che rafforza senz’altro il programma dell’Udinese. La nostra ambizione in futuro è quella di migliorarci e cercare di tornare in Europa. Quest’anno non è andata bene, faremo in modo che si raddrizzi, perché anche tutti questi nuovi arrivati non sono amalgamati alla squadra, credo che si vedranno i frutti. Sono convinto che ci salviamo e che usciremo presto da queste sabbie mobili: non è il posto che si merita l’Udinese, non rispecchia le potenzialità della squadra, superiori a quello che dice la classifica.

Verona? Evidentemente è uscito dalla crisi che aveva, è una squadra molto temibile. Lo ha dimostrato contro un’ottima squadra come il Chievo, dovremo affrontare una partita durissima. Non è l’ultima spiaggia: abbiamo bisogno di fare risultato, ma mancano tante partite. Il rischio è quello di creare delle tensioni esagerate di fronte a una partita che rimane sempre una delle tante partite che dobbiamo giocare. Alle volte non vanno bene anche per sfortuna, purtroppo tante volte abbiamo fatto la prestazione senza i punti. Bisogna avere calma, che la squadra sia tranquilla e serena quando va in campo, però decisa. Deve giocare con temperamento, poi sono sicuro che raccoglieremo i frutti, non può continuare così”.

Leave a Reply