Fiorentina-Inter 2-1, Sousa: “Stiamo maturando”

FC Basel's coach Paulo Sousa pauses before their Champions League Group B soccer match against Liverpool in Basel

La Fiorentina batte 2-1, in rimonta, l’Inter nel posticipo della 25° giornata di Serie A. Al Franchi i viola si impongono nel finale grazie ad un goal fortuito di Babacar.

Nel post gara ha parlato Paulo Sousa. Ecco le parole del tecnico portoghese della Fiorentina:

“La squadra di Mancini ha giocato con un blocco basso e dei giocatori che hanno lavorato sul piano difensivo bene sugli esterni, il che ci ha bloccato molte volte sulla velocità. Abbiamo giocato con intensità e mi fa piacere vedere di nuovo la squadra giocare con questo ritmo perché, quando incontri una squadra che in fase di non possesso arretra, facciamo fatica. Abbiamo però continuato a crederci anche dopo il gol, stiamo acquisendo carattere, siamo sempre più maturi. In alcune partite facciamo più fatica ma quando vinci una partita così ti ripaga di tutti gli sforzi. Tutte le partite – si legge su Fcinternews.it – sono importanti, l’Inter ha qualità individuali straordinarie e questo avvalora la nostra prova. l’Inter resta comunque in corsa per la Champions perchè ha un organico di qualità”.

Poi ha risposto ad alcune domande:

Bernardeschi? “Abbiamo iniziato con lui nel corridoio centrale perché è potente, ha accelerazione, sta capendo bene i tempi di gioco e il lavoro da fare; poi la necessità di avere un giocatore a sinistra gli ha permesso di crescere anche da quella parte. Ora conosce il gioco in ogni angolo del terreno di gioco, ora gli manca solo il gol. Per me non è tanto importante il modulo, ma la dinamica che il giocatore deve capire. Più il giocatore ha intelligenza tattica, più è in grado di prendere decisioni importanti durante la partita e muoversi con intelligenza”. Su Mazzoleni? “Anche gli arbitri devo analizzare le loro prestazioni per migliorarsi”. Quale reparto vorrebbe rinforzare? “Cerchiamo di rinforzare tutti i settori, perché il modo di competere migliore è competere all’interno del nostro organico”. Kalinic cosa ha? “Credo che sta crescendo tanto in queste ultime gare, oggi ha fatto una gara straordinaria per la squadra contro una coppia di centrali importante, ha avuto un calo fisico ma non è stato accompagnato dalla stessa qualità della squadra che gli ha permesso di fare tanti gol all’inizio. Quando tornerà al gol, tornerà ai livelli dell’inizio di stagione”. 

Leave a Reply