#RiassuntoDelMercato – Le operazioni della Fiorentina

Zarate

Voglia di migliorarsi ulteriormente ed una rosa non completa: c’è questo alla base del mercato invernale della Fiorentina, con Paulo Sousa che ha fatto richieste precise alla sua dirigenza. E lo hanno cercato di accontentare in tutti i modi, risultando la società più attiva durante questa sessione. I viola hanno preso Tello dal Barcellona in prestito con diritto di riscatto fissato ad 8 milioni. I catalani, tuttavia, si sono riservati il diritto di recompra per 16. Rimanendo in attacco, il club ha dovuto sostituire Giuseppe Rossi, passato al Levante in prestito per sei mesi: così si è puntato su Mauro Zarate, che è arrivato dal West Ham per 2,1 milioni. Acquistato poi Tino Costa dallo Spartak Mosca: 500mila euro per il prestito e riscatto ad un milione. L’argentino era al Genoa. Altro centrocampista: dall’Udinese ecco Kone, arrivato in prestito con diritto di riscatto fissato a 5 milioni. Era necessario poi prendere un difensore: Benalouane, arrivato dal Leicester con un prestito a 250mila euro ed un riscatto libero a 6,5 milioni. La Fiorentina si è assicurata, inoltre, un giovane molto interessante: il mediano Schetino, preso dal Fenix per 3,5 milioni. L’uruguaiano è stato subito girato in prestito al Livorno.
In uscita, invece: Mario Suarez è andato al Watford per 5,3 milioni, mentre Ryder Matos all’Udinese per 3. Capitolo prestiti: Fazzi al Crotone, Salifu al Brescia, Baez al Livorno, Gilberto e Rebic al Verona, Bakic al Belenenses e Bagadur alla Salernitana.

Leave a Reply