#ESCLUSIVA – Gualtieri: “Cartellino verde idea innovativa. Mercato Crotone? Arriveranno una punta e un difensore centrale”

crtoone

Nel corso della trasmissione Pazzi di Serie B, è intervenuto in esclusiva, ai microfoni di RadioGoal24, Salvatore Gualtieri,vice-presidente del Crotone e vice-presidente della lega di Serie B. Ecco le sue parole:

Come nasce l’iniziativa del cartellino verde e a quali risultati porterà?
Il cartellino verde è l’ennesima idea innovativa che parte dalla Serie B. Abbiamo portato avanti con Abodi questa idea, un progetto nuovo e interessante. Il cartellino verde non è  fisico come quello giallo o rosso ma è una sorta di cartellino virtuale: l’arbitro ha la possibilità, durante la partita, di segnalare un segno di fair play e correttezza, premiandolo a fine gara con una busta da consegnare all’ispettore di lega dove viene registrato questo atto di correttezza. Il significato profondo è il contenuto che rappresenta: noi Lega di B abbiamo voluto sottolineare come ci siano gesti importanti da segnalare perché vanno nella direzione di una corretta educazione, che è prerogativa del calcio e dello sport in generale

Parliamo del Crotone, una squadra diventata ormai grande, tant’è che non è più considerata la sorpresa del campionato…sente anche lei questi segnali di crescita?
Assolutamente si, ci siamo definitivamente tolti, con un grande girone di andata, l’etichetta di sorpresa.  il Crotone in questi anni è cresciuto nel suo insieme, dalla dirigenza al pubblico. Stiamo vivendo un momento felice che non definirei il prodotto di un miracolo, quanto la conseguenza di un duro lavoro da parte di tutti gli addetti ai lavori. Abbiamo inoltre il supporto di tutto Crotone e questo ci fornisce una spinta di più

Per quanto riguarda il mercato, Juric ha fatto sapere di volere mantenere la rosa. Ci sarà però qualche ritocco per migliorare ancora la squadra?
Uno dei fattori più importanti di questa crescita è il fatto che ci sia sempre stata chiarezza di quello che si vuole fare. Anche questa volta lo dimostreremo,quello che dice il mister è chiaro e così sarà: la squadra resterà questa fino a giugno. Noi non dobbiamo fare delle grandi cose anche in entrata, ci serve una punta perché siamo numericamente a corto, con il ritorno di Tounkara alla Lazio. Ci serve inoltre anche un difensore centrale perché ne abbiamo un meno e Cremonesi è infortunato. Si tratta però semplicemente di puntellare.

Juric ha detto in conferenza di volere offrire la cena ai giocatori in caso di vittoria con il Cagliar,i perché con i 3 punti centrerebbero la meta salvezza. Qual’è tuttavia il vero obbiettivo del Crotone?
E’ chiaro che bisogna sempre stare con i piedi per terra: giustissimo quello che ha detto il mister, bisogna comunque essere umili e capire che siamo il Crotone, una squadra che fa del lavoro duro e costante il suo più grande pregio. Molti ci paragonano al Carpi per i pochi soldi spesi e per lo spirito, ma c’è da dire che il bacino economico di Modena è molto diverso da quello di Crotone. E’ evidente tuttavia che non possiamo nasconderci dopo aver dimostrato un così bel gioco:  penso infatti che, una volta raggiunto l’obbiettivo minimo dei i 50 punti, possiamo sognare in grande. Questa squadra, se continua cos,ì sarà difficile da allontanarla dalle prime due posizioni

Leave a Reply