I 10 colpi migliori del mercato di Gennaio degli ultimi 10 anni

Calciomercato

Già sentivamo la mancanza, il calciomercato non dorme mai ma dopo Agosto si aspetta con fermento il mese di Gennaio per respirare quell’aria di trattative e contratti che appassionano i tifosi. 30 giorni per chiudere qualche negoziazione con l’obiettivo di migliorare e dare una marcia in più alla propria squadra con un valzer di calciatori, dirigenti e procuratori. Abbiamo raccolto in questo approfondimento i 10 colpi migliori delle ultime 10 sessioni invernali delle squadre di massima serie.

RONALDO. Il Milan è alla prese con un Ricardo Oliveira deludente dopo l’ottimo esordio con la Lazio. Galliani si mette a lavoro per portare il Fenomeno in rossonero ormai ai ferri corti con il Real Madrid. 8 milioni di euro il costo totale dell’operazione, il brasiliano stupisce quando tutti lo davano per finito. Dalla doppietta di Siena al gol nel derby contro l’amata Inter fino al solito doppio passo contro l’Empoli. La qualificazione centrata in Champions League, colpo a sensazione.

ronaldo milan

GIUSEPPE ROSSI. Lascia Parma a soli 17 anni per approdare in Inghilterra, troppo forte il richiamo del Manchester United. Nel Gennaio 2007 i crociati annaspano nei bassi fondi della classifica, Ghirardi pensa al ritorno del figliol prodigo. Saranno 9 le reti in meno di 6 mesi e obiettivo raggiunto grazie alle prestazioni del giovanissimo Rossi.

rossi parma

EDINSON CAVANI. Un campione sconosciuto. Zamparini pesca in Uruguay, 5 milioni al Danubio ed ecco questo giovanissimo sudamericano dal capello lungo. Esordisce contro la Fiorentina e appena entrato sigla un gol da capogiro facendo impazzire il Barbera, si ripete la settimana dopo con la Sampdoria. Negli anni successivi accentra il suo raggio d’azione e diventa il Matador.

cavani palermo

DAVID BECKHAM. Meglio nel Gennaio 2008 che nel 2009. Galliani corteggia Becks e durante la pausa della MLS lo porta a Milano. La rete su punizione con il Bologna e molte ottime prestazioni per dimostrare al mondo che quella in rossonero non è stata assolutamente una passerella.

beckham milan

GIAMPAOLO PAZZINI. A Firenze non riesce a compiere il decisivo salto di qualità. La Sampdoria ha bisogno di un bomber e per 9 milioni di euro Garrone porta il Pazzo in blucerchiato. Con Cassano nasce un coppia esplosiva, 36 reti totali e i gironi di Champions League sfiorati grazie ai suoi gol.

pazzini samp

MAXI LOPEZ. Dopo la brutta esperienza al Barcellona, l’ex promessa del River Plate sembra destinata ad un lento ed inesorabile declino. Lo Monaco, esperto di calciatori argentini, lo porta a gennaio a Catania. Arrivano ben 11 reti in sole 17 presenze, prestazioni da urlo che regalano la salvezza alla compagine etnea.

maxi lopez

ANTONIO CANDREVA. Dopo metà stagione al Cesena, la Lazio acquista il cartellino dall’Udinese. I fischi dell’Olimpico per la fede giallorossa fanno male ma Antonio è più forte di tutto e vuole lasciare il segno. Ci riesce, diventa il simbolo della Lazio dove tuttora milita trasformando quei dolorosi fischi in fragorosi applausi.

candreva lazio

MARIO BALOTELLI. L’ennesimo tradimento, dopo Ronaldo anche SuperMario da ex interista approda al Milan. E’ l’8 Gennaio 2013 e il Milan piazza il colpo riportandolo in Italia dopo l’esperienza al Manchester City. Si prende subito la scena e sigla 12 reti in 13 presenze contribuendo in maniera decisiva alla qualificazione in Champions League dei rossoneri.

balotelli

MATEO KOVACIC. Acquistato dall’Inter per 11 milioni, rivenduto due anni dopo per 29 nonostante le prestazioni non sono mai state eccelse. Un talento pronto ad esplodere che ha alternato giornate di grazia ad altre più cupe. Il talento c’è e assolutamente non si discute.

mateo-kovacic-inter-2014-2015

MOHAMED SALAH. L’egiziano deve rifarsi dopo la delusione Chelsea, poche occasioni per dimostrare le sue grandissime doti. Arriva a Firenze senza squilli di tromba ma alla prima occasione si fa conoscere dai tifosi viola inanellando prestazioni da capogiro e reti di ottima fattura. Peccato per l’addio contestato di fine stagione.

salah

 

Leave a Reply