#ItaliansDoItBetter: Domenico Criscito

SPORT, CALCIO: LO ZENIT SAN PIETROBURGO DI SPALLETTI IN RITIRO A FIRENZE

Dal clima caldo e mite di Genova e dal mare ligure, al freddo torrido ed innevato di San Pietroburgo… Domenico Criscito, per gli amici lo Zar italiano di San Pietroburgo.

Criscito, classe ’86, cresce calcisticamente nelle giovanili del Genoa, con il quale esordisce in prima squadra, in Serie B, il 7 giugno 2003, a soli sedici anni.
Il giovane difensore muove i suoi primi passi nel calcio che conta in comproprietà tra Genoa e Juventus e, nella stagione 2006/2007 gioca da titolare nella squadra ligure in serie cadetta, fornendo ottime prestazioni condite da 4 reti molto determinanti.

Nel gennaio del 2007 viene riscattato a titolo definitivo dalla Juventus, con cui esordisce in campionato solamente nel successivo 25 agosto nella prima giornata di Serie A, nella partita vinta dai bianco neri per 5-1 contro il Livorno.
Per aver maggior crescita calcistica e continuità, nel gennaio del 2008, viene girato in prestito al Genoa, con cui il 1 febbraio del 2009 realizza il suo primo goal nella massima serie, nella gara vinta dai grifoni contro il Palermo per 1-0.

Il 20 agosto 2009 esordisce con il Genoa in Europa League, nella partita contro Odense, valida per l’andata dei play-off della competizione.
Criscito diviene uno dei giocatori più amati dal pubblico genoano, rivelando a tutti di voler diventare il capitano dei rosso blu.
Nel campionato 2010/2011 il terzino sinistro si aggiudica il recordman dei contrasti vinti in Serie A, in quanto primo in assoluto con ben 97 contrasti vinti.

Nel giugno 2010 ha l’onore di giocare il Mondiale di Calcio, tenutosi in Sud Africa, con la Nazionale Italiana, poi malamente eliminata ai gironi.

Nel giugno del 2011 arriva la svolta epocale alla carriera del napoletano, l’approdo allo Zenit di San Pietroburgo, all’epoca allenato da Luciano Spalletti.
L’ex Genoa esordisce nel campionato Russo il 6 agosto nella partita vinta dai suoi per 2-0 contro il CSKA Moska e, esordisce in Champions League il 13 settembre contro l’APOEL Nicosia.
Il difensore realizza la sua prima rete con i russi il 6 marzo 2012 nella gara vinta dallo Zenit contro la Dinamo Moska. A fine stagione vince il suo primo campionato in carriera, proprio con la maglia del team russo.

Il 2 agosto 2014 realizza la sua prima doppietta personale e, il 15 marzo 2015 scende in campo per la prima volta con la fascia da capitano sul braccio. Un onore per lui e per tutta l’Italia.
Nel giugno 2015 Criscito vince il suo secondo campionato russo e la sua prima Supercoppa di Russia.

Napoleone Bonaparte non è riuscito a conquistare la Russia ma Mimmo Criscito si. Ed è stato anche incoronato come vincitore.

Leave a Reply