#SerieB – La Spezia-Crotone 0-1, inizia male l’avventura di Di Carlo

Crotone - Lanciano

Finisce per 0-1 l’anticipo della 15^ giornata del girone di andata del campionato di serie B 2015/2016. Di fronte c’erano lo Spezia e Crotone, con il debutto tra i padroni di casa, del nuovo allenatore Di Carlo, dopo l’esonero di Bjelica.
Le due squadre iniziano piano, con l’intento di studiarsi, sopratutto a centrocampo. Al 10‘ lo Spezia si fa avanti con Nenè, che si fa deviare la conclusione dal portiere Martic. Al 12‘ tuttavia il Crotone passa in vantaggio con un rigore trasformato da Stoian, procurato grazie ad un fallo di mano di Milos su cross di Ricci.
Lo Spezia prova subito a reagire, lamentando anche un calcio di rigore e sfiorando il pareggio sempre con Nenè. per tutta la fine del primo tempo è un continuo pressing dei padroni di casa che si riversano nella metà campo avversaria, lasciando tuttavia numerosi spazi per i contropiedi avversari, che però non vengono sfruttati a dovere.
Nel secondo tempo la partita si fa cattiva e divertente, con continui capovolgimenti di fronte: i padroni di casa hanno maggiore supremazia territoriale ma non riescono a creare concrete occasioni, mentre gli ospiti vanno vicini al raddoppio prima al 53′ con un colpo di testa di Ricci e poi al 65′ con Brezovec. Al 70′ occasione per lo Spezia: cross di Migliore per Ciurria che però sbaglia a colpire e manda la palla fuori. dall’altra parte un ispirato Ricci trascina i suoi cercando il gol personale più volte, ma senza successo. All’ 81′ lo Spezia ha l’occasione della vita con Nenè che a due passi dalla porta di divora il pareggio. I Liguri hanno qualche altra occasione nel finale, con Tamas e Acampora, ma alla fine la vittoria va agli uomini di Jurić, che consolidano quindi il secondo posto in solitaria e vanno ad un solo punto dalla capolista Cagliari.

LE DICHIARAZIONI:
Juric (all. Crotone): “Attendisti? Dipende molto dagli avversari, lo Spezia aveva un buon palleggio con grande spessore. Dopo lo 0-1 non volevamo lasciare spazi. Quando potevamo ripartire lo abbiamo fatto, nel secondo tempo lo potevamo fare. E’ importante non aver subito troppo. Lo Spezia ha tutto per recuperare, oggi li ho visti un po’ timorosi soprattutto quando perdevano il pallone”.

Di Carlo (all. Spezia): “Credo nella prima frazione la squadra abbia giocato in maniera un pò troppo timorosa, giocando troppo in orizzontale, ma nonostante ciò abbiamo rischiato pochissimo e nella ripresa abbiamo messo in campo maggior determinazione, creando diverse occasioni e mettendo in difficoltà una squadra quadrata ed in salute come il Crotone. Credo che oggi lo Spezia abbia avuto più occasione degli avversari, il risultato è senza dubbio bugiardo; dispiace tornare a casa senza nemmeno un punto, ma il lato positivo è che atteggiamento e prestazione non sono mancati ed è proprio da ciò che dobbiamo ripartire, cercando di fare meglio in fase offensiva, dove oggi per vari motivi è mancata un pò di concretezza. Al momento non dobbiamo guardare la classifica, anche se capisco bene sia difficile non farlo; pensiamo a noi stessi, a migliorarci partita dopo partita, migliorando ciò che lo Spezia ha nel proprio dna e che anche oggi in parte è riuscito a mostrare; la squadra ha giocato, è viva e mi interessava vedere proprio questo, ora dunque lavoreremo per crescere anche sotto altri aspetti.

Leave a Reply