L’Inter perde il pelo ma non il vizio, 0-1 al Torino

bf7001a1f86dfb75428d0e181cdaca6b-78879-1446986167

Nel lunch match dell’undicesima giornata della Seria A, l’Inter espugna l’Olimpico di Torino battendo i granata di misura con un gol di Geoffrey Kondogbia nel primo tempo. I nerazzurri tornano soli in cima alla classifica, in attesa che la Fioretina giochi a Genova questa sera contro la Sampdoria. Settima vittoria per 1-0 della Beneamata che continua a giocare un calcio tanto non bello quanto efficace. Continua il momento no del Torino, condito dalla quarta sconfitta e soli 2 punti nelle ultime 6 gare.

 

La cronaca

Mancini sorprende tutti schierando in campo un inedito 3-5-2 con Jovetic in panchina e Icardi affiancato a sorpresa da Palacio. Schema a specchio per il Toro di Ventura. I nerazzurri coprono bene il campo cercando di imporre il proprio gioco, al 10′ Icardi, di testa, manda il pallone sopra la traversa su idea di Felipe Melo.  Al 19′ Bruno Peres, imprendibile quando parte,  si fa trenta metri di campo e calcia dal limite: palla sul fondo. Il Torino cambia marcia e al 30′ l’ex nerazzurro Benassi colpisce la palla alta della traversa dopo una conclusione a giro da fuori aria. Un miuto dopo arriva il momento decisivo della gara: sugli sviluppi di un calcio di punizione causato da Glik, Palacio allunga il cross di testa sul secondo palo e Kondogbia insacca con il sinistro battendo Padelli. Primo gol in Seria A del giovane francese ex Monaco. I granata di Ventura provano a regire subito dopo con Belotti che manda di poco a lato anticipando Murillo. Poco calcio e molti falli, l’arbitro opta per una direzione di gara molto benevola lasciando giocare molto.

Nel secondo tempo il Torino parte forte e prova e rimettere in pari la partita. Al 48′ Quagliarella calcia addosso ad Handanovic da un’ottima posizione, il portirere sloveno neutralizza anche la ribattuta di Belotti. L’Inter prova ad abbassare i ritmi per gestire meglio il vantaggio e concede poco alle ripartenze dei granata. Ventura decide di giocarsi la carta Maxi Lopez al posto di Belotti, Mancini risponde 4 minuti dopo inserendo Perisic al posto di Mauro Icardi. L’ultima mezzora è una fase confusa del match ed è caratterizzata da molti errori da entrambe le parti. All’80’ Handanovic manda la palla in corner su una conclusione di Quagliarella. Ancora provvidenziale il numero uno nerazzurro in uscita sull’ inserimento di Vives in area di rigore a pochi minuti dalla fine. L’Inter riesce a mantenere il possesso palla negli ultimi minuti della partita e a portare a casa i 3 punti.

Mancini manda in campo un’Inter con un modulo insolito, ma la musica non cambia: una squadra compatta e cinica arriva alla vittoria giocando un calcio brutto e duro, grazie anche a una prova maiuscola di Samir Handanovic. Bene anche i centrali Murillo e Miranda oltre a un ritrovato Kondogbia, che oltre al gol, ha mostrato una delle migliori prestazioni in nerazzuro finora. Continua la crisi del Torino che non vince dal 27 settembre nella partita contro il Palermo.

Le pagelle

Torino: Padelli 6; Gaston Silva 6, Glik 5, Moretti 6.5, Bruno Peres 6.5 (Zappacosta s.v.), Molinaro 6; Benassi6, Vives 6, Baselli 5,5 (Amauri s.v.); Belotti 5 (Maxi Lopez 5.5), Quagliarella 6.

Inter: Handanovic 7,5; Murillo 6.5 (Ranocchia s.v.), Miranda 6.5, Juan Jesus 6, D’Ambrosio 6, Nagatomo 6.5; Felipe Melo 6, Medel 6.5, Kondogbia 6.5; Palacio 6 (Ljajic s.v.), Icardi 5.5 (Perisic 6).

Leave a Reply