Serie A, Cuadrado al 94′ regala il derby alla Juve, Torino battuto 2-1

Cuadrado

La Juventus fa suo il derby della Mole battendo il Torino 2-1, con un goal di Cuadrado al 94′. La vince ma non convince, anzi è la solita Juve poco concreta e in difficoltà a creare occasioni da goal, ma stavolta gli episodi danno ragione alla Vecchia Signora. La memoria non può non riportare a meno di un anno fa, quando il 30 novembre scorso fu un goal di Pirlo al 95′ a regalare i 3 punti ai bianconeri allo Stadium.

Gara che gli uomini di Ventura impostano bene, con un ottimo possesso palla e con una Juve che parte col 4-3-1-2, con Hernanes trequartista dietro Dybala e Morata. ma dopo 8 minuti Allegri perde Khedira, ancora una volta infortunato, costretto ad uscire per uno strappo alla coscia. Lo rimpiazza Cuadrado e la Juve si schiera col 4-3-3.

Al 27′ arriva il vantaggio bianconero. In una ripartenza ottimo contropiede orchestrato da Cuadrado, palla in mezzo per Dybala che lascia scorrere per Pogba; il francese con un tiro in contro balzo batte Padelli per l’1-0. Secondo goal per Pogba in un derby torinese.

Il Torino sembra meno reattivo e la Juve potrebbe approfittarne ma la squadra di Allegri bada più a non prenderle e si schiera nella propria trequarti. Termina 1-0 il primo tempo del derby.

Nella ripresa il Torino parte nuovamente aggressivo e la Juve soffre la fase iniziale. Al 52′ c’è un fallo di Bonucci al limite su Maxi Lopez. Si presenta Bovo alla battuta, la prima conclusione è pessima e si infrange contro la barriera ma sulla respinta il difensore granata lascia partire un gran tiro di sinistro che fulmina Buffon per l’1-1. Pareggio meritato per i granata che avevano messo in difficoltà la Juve ad inizio ripresa.

La gara cambia, Allegri non sa come schierare la sua Juve, che rischia di sbandare due minuti dopo, quando su corner Glik impatta di testa a colpo sicuro ma Buffon compie una autentica prodezza, impedendo il vantaggio agli avversari.

Il Torino può colpire quando vuole ed è pericoloso con Zappacosta e lo stesso Glik di testa, bravo sempre Buffon ad evitare il peggio. Allegri si gioca le carte Alex Sandro e Mandzukic ed ha ragione.

Al 90′ punizione dal limite per la Juve, Hernanes trova Bonucci che gira di testa ma la traversa impedisce la gioia al centrale bianconero. Sulla respinta miracolo di Padelli su un tiro a colpo sicuro di Marchisio. Juve sfortunata ed in debito con la sorte. La gara sembra destinata all’1-1 ma all’ultimo giro di lancette una ripartenza della Juve vede liberarsi sulla sinistra Alex Sandro che pesca in mezzo Cuadrado che in modo rocambolesco spedisce in rete.

E’ l’apoteosi allo Juventus Stadium. La Juve batte il Torino ad una manciata di secondi dal traguardo. Una beffa per Ventura e i suoi che come un anno fa vedono i rivali festeggiare con un goal nel recupero. La Juve vince e sale a 15 punti, agganciando i cugini in classifica.  Una vittoria che fa morale e classifica, ma per il resto Allegri avrà ancora tanto da lavorare. Per Ventura ancora una beffa nel derby allo Stadium.

Leave a Reply