#Bundesliga, 4a giornata. Bayern Monaco, rimonta sull’Augsburg: finisce 2-1

Pep Guardiola

Pomeriggio da brividi all’Allianz Arena per un match senza storia solo sulla carta. Il Bayern Monaco trascorre infatti ben 77′ in svantaggio contro il modesto Augusta, nonostante l’abissale divario tecnico e l’enorme numero di occasioni a favore. La dimostrazione di come il calcio se ne infischi dei numeri sul possesso palla e sui tiri in porta. Alla fine di un primo tempo noioso, con gli attaccanti bavaresi che sbattono senza sosta contro le barricate ospiti, l’Augusta va in vantaggio con un gol straordinario di Esswein (43′): tiro al volo dal centro dell’area con il pallone che si insacca sotto la traversa. Uno shock per gli uomini di Guardiola, che però nella ripresa hanno una reazione super: la circolazione della palla diventa più veloce, Muller, Douglas Costa e Alaba vanno spesso a impensierire il portiere Hitz costringendolo agli straordinari. Coman esordisce al 56′ al posto di uno spento Vidal. Gli sforzi del Bayern vengono premiati dalla rete di Robert Lewandowski, che appena qualche secondo prima aveva provato a mandare in rete Muller. A quel punto il match va in discesa per i campioni di Germania, sempre all’attacco per trovare il raddoppio. Questo arriverà su rigore di Thomas Muller, fischiato all’88’ per il fallo di Verhaegh sullo scatenato Douglas Costa. Poi è solo accademia. I bavaresi non perdono così il contatto con la vetta della classifica, dopo quattro giornate dominata dal Borussia Dortmund (4-2 a Hannover).

Leave a Reply