#Serie B 2015/2016, Ascoli Picchio F.C. 1898

ascoli

Rappresentare un intera città e prendersi sulle spalle di rappresentare anche la propria regione di appartenenza tra gli alti e bassi del calcio italiano, non sembra essere un problema grave per l’Ascoli Picchio, da sempre, la più blasonata società calcistica delle Marche. Piombata in Serie B passando per i tribunali federali e vista la retrocessione del Teramo, la quale aveva battuto gli stessi marchigiani durante lo scorso campionato di Lega Pro, ha ovviamente scombussolato i bianconeri che, pur avendo 20 giorni di proroga per ritoccare la rosa, non sembra poter lottare per le zone di vertice. La salvezza è sicuramente l’obbiettivo minimo per il mister Mario Petrone alla sua prima esperienza nella serie cadetta e per il Presidente Francesco Bellini. Per puntare alla permanenza in Serie B, la società ha deciso di investire su un mix di giovani ed esperti, con il mercato ancora aperto che potrebbe regalare ancora delle sorprese.

In mezzo ai pali troviamo la novità Tomas Švedkauskas in prestito dalla Roma, che con le conferme di Ivan Lanni e del giovane Andrea D’Egidio, completano il reparto degli estremi difensori. In difesa potranno contare su un vero colpo per la cadetteria come Luca Antonini arrivato a parametro zero dopo l’esperienza al Genoa e sui giovani Milan Milanovic in prestito dal Palermo, Agostino Camigliano dall’Udinese e i due in prestito dall’Atalanta, Valerio Nava e Alberto Almici. In mezzo al campo il vero colpo potrebbe arrivare in chiusura di calcio mercato, visti i contatti insistenti per il centrocampista Nicola Bellomo e Gabi Mudingayi. Aspettando che la trattativa per Bellomo e Mudingayi decolli, la società marchigiana ha rinforzato il reparto con l’arrivo di Daniele Altobelli dal Frosinone e i prestiti di Jakub Jankto e Lorenzo De Grazia. Al colpo chiamato Antonini, potrebbe aggiungersi il bomber del Bologna Daniele Cacia, a caccia di una maglia da titolare e di una piazza calda come quella dei bianconeri. Oltre al possibile arrivo di Cacia, i bianconeri hanno rinforzato il proprio reparto offensivo con gli arrivi di Salvatore Caturano dal Bari e Andrea Petagna dal Milan, confermando il capitano Emanuele Berrettoni.

Con l’esordio in campionato rinviato a data da destinarsi, visti gli intoppi per le sentenze del tribunale, il mister Petrone dovrà ancora attendere per affrontare la Virtus Entella, altra squadra ripescata dal tribunale federale. Gli ultimi giorni di calcio mercato potrebbero regalare qualche altro colpo per i marchigiani, completando un  l’organico che dovrà essere in grado di  dimostrarsi all’altezza di una Serie B molto difficile. (5-3-2): Svedkaukas; Almici, Pelagatti, Milanovic, Antonini, Nava; Altobelli, Pirrone, Jantko; Caturano, Petagna.

One Comment

Leave a Reply