Un errore di Handanovic condanna l’Inter. A San Siro passa la Juventus 2-1

morata

L’Inter di Roberto Mancini perde l’ennesimo treno per l’Europa League e a San Siro si fa battere in rimonta per 2-1 da una Juventus “B”. Strano epilogo per come si era messa la partita visto che dopo neanche 10′ minuti erano i padroni di casa ad andare in vantaggio con un gol, fortuito, del solito Mauro Icardi (vera e propria bestia nera per gli juventini, ndr) che trovava la rete deviando un tiro da fuori area di Brozovic.

Nella prima frazione gli uomini di Mancini sfiorano anche il 2-0 che non arriva per questione di centimetri, visto che il tiro del rientrante Shaqiri si stampa sulla traversa. Nel finale di tempo è l’arbitro Doveri a diventare il protagonista fischiando un rigore, dubbio, ai bianconeri, per fallo di Vidic (ammonito nella circostanza) su Matri. Dal dischetto Marchisio con freddezza spiazza Handanovic mandando le squadre al riposo sull’1 a 1.

Nella ripresa è Morata ad andare più volte vicino al gol del vantaggio che arriva per i bianconeri nel finale, all’83’esimo, quando lo stesso spagnolo calcia (in maniera tutt’altro che irresistibile) da fuori area ma Handanovic fa la frittata, regalando alla Juventus 3 punti.

L’Inter non da continuità alla vittoria di settimana scorsa contro la Lazio e rimane all’8° posto a quota 52 punti, a meno 2 dalla Sampdoria impegnata stasera a Marassi contro i biancocelesti di Pioli. Ora a 2 giornate dalla fine serve un miracolo ai neroazzuri per sperare nell’Europa League, vista anche la grande bagarre, con l’Inter che settimana prossima sarà ospite al Ferraris del Genoa (altra pretendente per l’Europa). Per Mancini si allontana sempre di più l’obiettivo stagionale ed il budget di mercato per l’anno prossimo ne potrebbe risentire.

Grande merito alla Juventus e a Max Allegri che aveva dichiarato che i suoi sarebbero andati a Milano per giocarsi la partita e cosi è stato e, nonostante le abbondanti seconde linee in campo, i bianconeri si sono dimostrati più cinici sotto porta e più concentrati nella gestione del match.

Leave a Reply