Riscatto Roma, 3 a 0 al Sassuolo. In gol Doumbia

Soccer: Serie A; Sassuolo-Roma

Quella di ieri sera al Mapei Stadium era una Roma che non si ammirava da molto tempo. La squadra di Rudi Garcia ritrova quello smalto perduto forse in una delle serate più delicate di questo finale di campionato, dove gli stessi giallorossi ed altre big (in primis la Juve) negli ultimi anni hanno spesso perso punti importanti.

La squadra capitolina, grazie ad una prestazione assai convincente, spazza via l’11 di Di Francesco con un perentorio 0-3, risultato mai in discussione e ritrova quel gioco smarrito per vari mesi fatto di possesso palla e verticalizzazioni che hanno messo in continua apprensione la retroguardia neroverde.

Garcia deve rinunciare a Keità che al momento del riscaldamento pre partita ha un problema e il tecnico francese decide di affidarsi al tanto criticato Doumbia, con ai suoi lati le frecce nere Gervinho Ibarbo. Neanche il tempo di mettersi bene in campo che per i padroni di casa è già notte fonda quando Florenzi da destra pennella un cross e proprio Doumbia di testa insacca (con la complicità di Consigli, ndr). Roma viva e pimpante che trova il raddoppio con uno scatenato Florenzi che si inventa un doppio dribbling per poi scaricare un bolide terra-aria che buca inesorabilmente il portiere di casa. Si va al riposo col parziale di 0-2, con un Sassuolo mai pericoloso dalle parti di De Sanctis.

Nella ripresa Di Francesco lancia Zaza (incubo giallorosso all’andata con una doppietta all’Olimpico, stranamente lasciato in panchina per dare spazio a Floccari, ndr) ed è proprio il neo entrato con un colpo volante (alla Ibrahimovic) a sfiorare l’1 a 2 ma trovando una grande parata di De Sanctis che dice no. La Roma controlla e colpisce in contropiede: palla verticale per Gervinho che in un primo momento rischia di sprecare tutto per poi trovare lo spunto e l’assist per Pjanic che controlla in area e scarica da due passi un bolide che tocca la traversa e buca ancora Consigli. Nel finale chance anche per il subentrante Iturbe che dopo un buon 1-2 con un compagno calcia centrale con il portiere di casa che mette in corner.

La Roma tiene il passo della Lazio e finalmente ritrova gol (3 in una partita non arrivavano dal 30 novembre all’Olimpico, 4-2 all’Inter, ndr) e vittoria. Garcia può tornare a sorridere, ma ora i giallorossi dovranno proseguire su questa strada per centrare la qualificazione in Champions League. Per il Sassuolo gara da dimenticare e forse pile scariche dopo la salvezza ormai raggiunta.

Leave a Reply