Europa League: Napoli-Wolfsburg, le probabili formazioni del San Paolo

Napoli

E’ il giorno della verità, è il giorno della festa al San paolo. Questa sera, ore 21.05, calcio d’inizio di Napoli-Wolfsburg, ritorno dei quarti di finale di Europa League. Gli azzurri possono contare su un vantaggio importante, il 4-1 dell’andata alla Wolkswagen Arena. Mai una squadra , in Europa League, che ha perso all’andata in casa con uno scarto di due gol, è riuscita a ribaltare il risultato al ritorno e, ovviamente, i tifosi partenopei sperino che questa statistica resti immobile. Benitez per questo ha catechizzato la squadra alla vigilia: “Sappiamo che il Wolfsburg è una squadra fortissima” ha detto in conferenza stampa “ha vinto col Bayern facendo quattro gol, è pericolosa in attacco e dobbiamo fare la stessa prestazione dell’andata“. Concentrazione massima dunque questa sera per gli azzurri e attenzione all’offensiva tedesca.

Il Napoli arriva all’incontro da una settimana tribolata. Nonostante i successi in serie con Fiorentina, Cagliari e, appunto, Wolfsburg, la tensione tra presidente e squadra è rimasta alta fino a lunedì, quando De Laurentis ha sciolto il ritiro mandando finalmente a casa i suoi calciatori, non prima, però, di aver firmato con loro un patto d’acciaio sull’impegno della squadra negli ultimi incontri di stagione. Ecco perché ci si aspetta al San Paolo comunque un ottimo Napoli, capace anche di contrattaccare alle più che ipotizzabili offensive dei lupi verdi. Ma ci sarà turn over in vista della partita di domenica sera con la Sampdoria? “Analizziamo sempre le partite” ha spiegato Benitez “facciamo le considerazioni e decidiamo fino alla fine chi gioca. Maggio poteva esserci, ad esempio, ma non ci sarà” per lui influenza “faremo turn over, ma non so in che modo, dipende da come stanno i giocatori“. In chiusura, appello del tecnico spagnolo ai tifosi: “Abbiamo lo stadio diffidato. E’ importante comportarsi bene, così possiamo contare sul supporto dei tifosi“.

Spazio, nella conferenza stampa della vigilia, anche per il capitano azzurro, Marek Hamsik: “Sappiamo che abbiamo fatto un buon risultato all’andata, ma dobbiamo ripetere la prestazione a Napoli. Partiremo da 0-0 e cercheremo di giocarcela per vincere. Temiamo il Wolfsburg e incontreremo una squadra rabbiosa. Attenzione e fase difensiva” sono le armi indicate dallo slovacco “Dobbiamo fare quello che sappiamo. La finale di Europa League? Più vicina, ma comunque lontana. C’è il ritorno col Wolfsburg e la semifinale. Dobbiamo tenere la testa bassa e continuare a fare bene. Certo che vincerla sarebbe qualcosa di magnifico, è un trofeo importante”.

Benitez ha il vantaggio di avere una squadra senza diffidati in vista anche delle semifinali. Esclusi Michu, Maggio, De Guzman e Zuniga, che non hanno recuperato dai loro acciacchi, e Strinic, non inserito nella lista Uefa, ha comunque ampia scelta in ogni ruolo. In difesa spazio a Mesto e Ghoulam sulle fasce, mentre dovrebbero formare la coppia centrale Albiol e Britos. In mediana torna Inler, con lui probabile titolare David Lopez, per avere anche maggiore fisicità sulle palle alte. In attacco Zapata dovrebbe prendere il posto di Higuain solo a partita ampiamente archiviata, col pipita che cerca i gol per diventare capocannoniere in Europa League. Dietro di lui Mertens e Gabbiadini quasi certi del posto, resta il ballottaggio tra Callejon e Hamsik, con il primo favorito.

Hecking, tecnico del Wolfsburg, deve invece rinunciare a Schurrle, Vierinha e De Bruyne, forse gli uomini più rappresentativi della squadra. Rispetto alla gara d’andata, quindi, spazio dal primo minuto a Perisic, che mise in difficolta con le sue accelerazioni la difesa partenopea, e Trasch nel ruolo di terzino destro. Arnold sostituirà il talento belga.

Le probabili formazioni Napoli-Wolfsburg:

Napoli (4-2-3-1): Andujar; Maggio, Albiol, Britos, Ghoulam; Inler, David Lopez; Callejon, Gabbiadini, Mertens; Higuain. All. Benitez

Wolfsburg (4-2-3-1): Benaglio; Trasch, Naldo, Knoche, Rodriguez; Luiz Gustavo, Guilavogui; Caligiuri, Arnold, Perisic; Dost. All. Hecking

Leave a Reply