Coronavirus: ecco gli eventi che verranno rinviati

Il Coronavirus e gli eventi rinviati

La piaga del Coronavirus continua ad abbattersi sul mondo del calcio. Dopo la sospensione della Serie A, con tanto di Decreto Legge d’urgenza firmato dal Presidente del Consiglio Giuseppe Conte, tanti altri campionati esteri hanno deciso di disputare, per ora, tutte le partite a porte chiuse per evitare ulteriori contagi.
Il focus odierno si sposta però a quelle competizioni prestigiose, ambite ed affascinanti, che sarebbero dovute entrare nelle fasi calde in questi mesi: le competizioni internazionali.
Il quadro della situazione non fa ben sperare nel regolare svolgimento di tali coppe, anzi persino l’ipotesi porte chiuse sembra allontanarsi in quanto si danneggerebbe, e non di poco, l’immagine di tali competizioni.
Di seguito ecco tutte le gare a cui non assisteremo se la propagazione di questa malattia non verrà fermata:

– Finale di Coppa Italia (20 maggio,Roma).
– Europei Under 17 (21 maggio-6 giugno, Estonia).
– Finale di Europa League (27 maggio, Danzica Polonia).
– Finale di Champions League (30 maggio, Istanbul Turchia).
– Copa America (12 giugno-12 luglio, Argentina e Colombia).
– Europei 2020 (12 giugno-12 luglio, itinerante).
– Europei Under 19 (19 luglio-1 agosto, Irlanda del Nord).
– Olimpiadi (22 luglio-9 agosto, Tokyo Giappone).
– Supercoppa Europea (12 agosto, Porto Portogallo).

Volete rimanere aggiornati su quote e formazioni?

Rimanete collegati su RadioGoal24 per scoprire le probabili formazioni e le quote dei principali campionati europei:
Serie A probabili formazioni
Comparazione quote Serie A
Premier League probabili formazioni
Bundesliga probabili formazioni
Liga probabili formazioni
Rimanete aggiornati su tutte le ultime notizie dal mondo del calcio tramite il nostro canale Spreaker, sul nostro sito web www.radiogoal24.it e sui canali social di RadioGoal24.

 


Ascolta il nostro podcast settimanale dedicato alla Serie A

Nel podcast tematico sulla Serie A questa settimana abbiamo parlato dei nuovi acquisti dell’Inter: Young, Moses ed Eriksen, tutti e tre provenienti da squadre di Premier League, dunque un calciomercato simile a quello fatto dal duo Marotta-Ausilio già in estate. L’Inter di Conte ora ha tre nuove frecce nella propria faretra, ma cosa possono dare i nuovi arrivati ai nerazzurri? Corsa, dinamismo, tecnica ed esperienza sicuramente, ma basteranno per arrivare alla vittoria del tricolore?