ESCLUSIVA RG24 – Virtus Entella, Superbi: ”Dopo 35 giornate in zona Play-off si sperava di fare qualcosa in più”

wbresize

Durante il WyScout Forum Transfer&Scouting, evento organizzato da WyScout presso lo Juventus Stadium, i nostri inviati hanno intervistato in Esclusiva Matteo Superbi, ex calciatore e attualmente direttore sportivo della Virtus Entella, a cui hanno rivolto alcune domande sul passato, sul presente e sul futuro della squadra ligure. Ecco le sue dichiarazioni:

Una stagione un po’ travagliata, prima Breda poi Castorino in panchina…il prossimo anno sarà riconfermato o cambierà l’allenatore?

”Ma non so, adesso siamo concentrati principalmente nel voler finir bene il campionato, domani abbiamo questa gara interna con il Cittadella e vogliamo assolutamente fare bene davanti ai nostri spettatori per finire questa serie di risultati negativi che hanno dato un riscontro diverso alla nostra annata che fino ad un mese fa è stata sicuramente molto buona, e poi dalla settimana prossima penseremo al futuro”.

È stata un’annata sicuramente travagliata, perché siete stati vicini ai play-off per molto tempo e ora siete al tredicesimo posto che credo non vi si soddisfi affatto:

”Probabilmente pensare ad una classifica del genere e al fatto di essersi salvarti con 10 giornate d’anticipo, ad inizio stagione sarebbe stato un risultato importante per una società come la nostra, logicamente essendo stati stati per 35 giornate dentro la zona play-off, si sperava di poter fare qualcosa in più e credo che sia stato giusto così perché in questa professione bisogna avere sempre l’ambizione molto alta, purtroppo non ci siamo riusciti e abbiamo inanellato questa serie di risultati negativi inaspettati per un insieme di fattori: alcuni infortuni e alcuni cali di rendimento. Un insieme di circostanze che ci hanno portato a finire in una posizione inferiore”.

Uno dei protagonisti di questa stagione è stato Francesco Caputo, il vostro attaccante cardine. Ha fatto un’ottima annata e vi ha trascinato per molto tempo nella zona play-off…cercherete di trattenerlo e di non farvi assalire dalle offerte delle altre squadre, giusto?

“Sì, Ciccio per noi è un giocatore importantissimo! Penso che sia uno tra i migliori attaccanti in Serie B, se non il migliore, tanto che negli ultimi tre anni ha realizzato 18, 17 e 10 gol…un attaccante che realizza 45 gol in tre campionati è sicuramente da tenere stretto. Ha spostato il nostro progetto due anni fa, si è integrato molto bene con la tifoseria e con la città, quindi sicuramente sarà un punto fermo per la prossima stagione. Abbiamo un progetto giovanile importante da valorizzare, ma vogliamo crescere molto come società e abbiamo l’ambizione di fare meglio nei prossimi anni pertanto Ciccio per noi sarà un punto di partenza”.

Ci racconti le due giornate al WyScout Forum presso lo Juventus Stadium:

”Io sono stato anche agli ultimi due forum a Londra…per me sono organizzati molto bene, sono molto interessanti perché possiamo aprire orizzonti all’estero, conoscere molti agenti e avere contatti con club stranieri in sole due giornate di lavoro. Per me e Daniele Rosso (responsabile dell’area scouting) è un appuntamento molto importante a cui non manchiamo mai perché vogliamo migliorare il nostro vivaio avendo dei giovani estremamente interessanti che si possono vendere molto bene all’estero”.

Per ascoltare in formato audio l’intervista, cliccare sul seguente link: Ascolta “ESCLUSIVA RG24 – Entella, Superbi: ”Dopo 35 giornate in zona play-off si sperava di fare qualcosa in più”” su Spreaker.

Leave a Reply