Tour de France, 9^tappa: presentazione e radiocronaca

By 10 luglio 2016 News No Comments
logo tour de france

Ultime fatiche della prima settimana per i corridori del Tour de France, con la nona frazione che ‘presenta il primo arrivo in salita dopo una giornata passata tra GPM e discese. Gli uomini di classifica si daranno battaglia vera forse per la prima volta, e la graduatoria potrebbe cambiare in maniera netta. La tappa verrà trasmessa in diretta radio a partire dalle 15.30 su http://radiogoal24.it/ o su https://www.spreaker.com/ sul canale RadioGoal24.

PRESENTAZIONE NONA TAPPA

184,5 km con cinque salite e un arrivo in alta quota: la Vielha Val d’Aran-Andorre Arcalis si corre interamente fuori dal territorio francese, con la prima parte in Spagna e gli ultimi cinquanta chilometri nel Principato d’Andorra. Si inizia a salire già dalla partenza, con i 13,7 km al 6,1% di pendenza media del Port de la Bonaigua che faranno subito selezione tra i corridori. Dopo una lunga discesa e un tratto pianura verrà affrontato il Port del Cantò, un altro prima categoria di 19 km con pendenza appena superiore al 5%. A 46 km dall’arrivo verranno affrontati in rapida successione la Cote de la Comella (2^cat. di 4,2 km all’8,2%) e il Col de Beixalis (1^cat. di 6,4 km all’8,5%), seguiti da una discesa che porterà i corridori ai piedi dell’ultima fatica di giornata: la salita di 10 km al 7,2% di pendenza media dell’Arcalis, l’hors categorie che porta sul traguardo di giornata e su cui si muoveranno i big.

FAVORITI NONA TAPPA

Mai come oggi la tappa dovrebbe essere un’esclusiva dei migliori scalatori. L’uomo da battere rimane Chris Froome (Sky), che dopo la vittoria di ieri cercherà di allungare in classifica. Il suo rivale principale è senza dubbio Nairo Quintana (Movistar), apparso in forma nella prima settimana. Corre sulle strade di casa e cercherà il successo personale Joaquim Rodriguez (Team Katusha), residente da anni ad Andorra, dove si allena. Proveranno il colpaccio anche Fabio Aru (Astana) e Tejay Van Garderen (BMC), a loro volta apparsi piuttosto in forma sui Pirenei. Possibili outsider sono Bauke Mollema (Trek-Segafredo), Romain Bardet (AG2R La Mondiale) e Richie Porte (BMC). Attenzione anche a Daniel Martin (Etixx Quick-Step) e Louis Meintjes (Lampre-Merida), che sembrano avere buona gamba.

Leave a Reply