Polonia-Portogallo 4-6 d.c.r, l’errore di Blaszczykowski regala la semifinale ai lusitani: report e pagelle

Esultanza Portogallo

Rui Patricio e Quaresma sono i protagonisti del Portogallo, che vola per la quinta volta in una semifinale dell’Europeo. La Polonia si arrende solamente ai calci di rigore, a causa dell’errore decisivo di Blaszczykowski. Nei 120’ il match si era chiuso sul punteggio di 1 a 1, con le reti di Lewandowski e Renato Sanches. Il Portogallo affronterà in semifinale ora la vincente del match di domani fra Belgio e Galles.

LA CRONACA:

Entrambi i tecnici optano per il classico 4-4-2. La sfida è tutta fra i due attacchi: Lewandowski e Milik contro Nani e Cristiano Ronaldo.

Passano appena 2’ e la Polonia si porta in vantaggio: Grosicki approfitta di un errore di Cedric e mette un pallone in mezzo l’area, dove è appostato Lewandowski che con un piattone destro insacca alle spalle di Rui Patricio. La risposta del Portogallo sta tutta in due conclusioni di Cristiano Ronaldo che però non impensieriscono Fabianski. La gara è divertente e con continui capovolgimenti e al minuto 33’ il Portogallo trova il pari. Uno-due fra Renato Sanches e Nani, con il primo che lascia partire un sinistro velenoso che beffa Fabianski. Renato Sanches, classe 1997 e nuovo acquisto del Bayern Monaco, è il terzo giocatore più giovane a segnare un gol in un Europeo.

La ripresa si apre con il Portogallo che sembra fare la partita, ma con la Polonia che punta a colpire in contropiede. Al 56’ CR7 prova la conclusione che però non trova lo specchio della porta, mentre poco dopo è il turno di Cedric che calcia dalla distanza con la sfera che fa la barba al palo. La Polonia torna a farsi pericolosa al minuto 69’ con Milik, ma Rui Patricio si fa trovare attento. Nel finale dei tempi regolamentari il Portogallo va vicinissimo al goal vittoria in due occasioni. La prima arriva al minuto 80’, quando Jedrzejczyk in scivolata, per anticipare CR7, sfiora l’incredibile autorete. La seconda, al minuto 86’, capita sui piedi di Ronaldo, ma il portoghese da ottima posizione cicca clamorosamente la sfera.

I 30’ aggiuntivi lasciano il match aperto ad ogni soluzione perché le due squadre, nonostante la posta in palio sia altissima, non si risparmiamo. Cristiano Ronaldo da una parte e Milik dall’altra non inquadrano lo specchio della porta. Si arriva cosi alla lotteria dei rigori che premia il Portogallo, grazie alla parata decisiva di Rui Patricio sul tiro di Blaszczykowski.

LE PAGELLE:

Polonia (4-4-2): Fabianski 6; Piszczek 6, Pazdan 6, Glik 6.5, Jedrzejczyk 6; Blaszczykowski 5.5, Krychowiak 6, Maczynski 6 (98’ Jodlowiec 6), Grosicki 6 (82’ Kapustka 6); Lewandowski 6.5, Milik 6.5

Portogallo (4-4-2): Rui Patricio 7; Cedric 5.5, Pepe 7, Fonte 6, Eliseu 6.5; Adrien Silva 5.5 (73’ Moutinho 6), W. Carvalho 6 (96’ Danilo 6), Renato Sanches 7.5, Joao Mario 6 (80’ Quaresma 6.5); Nani, Ronaldo 5.5

Leave a Reply