#ESCLUSIVA – Italia, Pistocchi: “Penso che Bernardeschi possa essere un protagonista”

Italy U21 v Cyprus U21 - 2015 UEFA European U21 Championships Qualifier

Maurizio Pistocchi, noto giornalista ed opinionista, è intervenuto in esclusiva ai microfoni di RadioGoal24  per analizzare l’Italia di Antonio Conte: “Conte sta cercando di dare un’identità ad un gruppo di giocatori abbastanza disomogeneo perché vengono da diversi club con situazioni differenti. Le ultime due partite ci hanno detto che produciamo molto, subiamo poco e concretizziamo pochissimo. Credo che ci siano dei segnali importanti positivi, sopratutto nella gestione della parte di non-possesso, ma anche nella gestione di possesso, poi sappiamo bene che la concretizzazione dipende dai singoli giocatori  e quindi dobbiamo solamente sperare che ci sia un miglioramento individuale. Quest’anno non abbiamo a disposizione grandi giocatori nel ruolo offensivo, basti pensare che insieme in tutto hanno fatto 20 gol, quindi c’è da dire che in questo momento l’Italia non produca attaccanti di grossa fattura. Non produce punte centrali ma esterni d’attacco abbastanza importanti, forse sarebbe stato interessante vedere giocare in quel ruolo uno come Lapadula, ma è chiaro che Conte lo reputava un azzardo convocare uno che ha fatto 30 gol, ma in serie B. Possiamo solo sperare che le qualità individuali dei singoli giocatori migliorino“.

Qual’è il reparto in cui gli Azzurri sono più carenti?

Non abbiamo ne grandissimi difensori, ne grandissimi centrocampisti. Infatti vediamo che per la difesa Conte si è affidato al blocco Juventino ed ha fatto bene perché è l’unica possibilità di avere un reparto difensivo affidabile, anche se in questa stagione hanno dato l’impressione, alcuni Juventini, di avere un calo fisico. A centrocampo abbiamo perso Marchisio e Verratti e perciò Conte ha avuto poche alternative, ha preferito Thiago Motta a Jorginho che è un giocatore più giovane, più veloce, che ha fatto un grandissimo campionato col Napoli, mentre il primo è un giocatore completamente diverso. Probabilmente nell’idea di gioco che c’è ora il centrocampista centrale deve essere più difensivo che propositivo, quindi fisicamente Thiago Motta ti da più garanzie. L’Italia si è resa protagonista nello scorso europeo, l’altro anno la Juventus ha raggiunto la finale di Champions League, ma è anche vero che l’Italia, con i suoi club, non conquistano coppe internazionali dal 2010. Quindi la politica sportiva e federale andrebbe rivista. Non capisco come la federazione possa aumentare il prestigio dei club senza avere un progetto per rivitalizzare questo calcio dal punto di vista tecnico e organizzativo. Italia ed Inghilterra sono quelle nazioni un pò più esterofile rispetto a Germania e Spagna e guarda caso le nazionali non convincono.

Cosa ne pensa di Ventura, nuovo Ct Azzurro ?

Giampiero Ventura è un bravo allenatore, sa insegnare calcio, ha giocato con tanti moduli ed ha messo in luce giocatori  come Cerci e Immobile che in altri posti hanno fallito. Quello con Ventura sarà un gioco vecchio, non vecchio nelle idee, ma nei personaggi. Ci sono anche allenatori giovani che fanno bene ma che non vengono valorizzati. Una volta, quando a Coverciano si diplomava Sacchi, il corso durava un anno, ora durerà due mesi. Questo sarebbe un argomento da affrontare, ma nel calcio sappiamo che girano un sacco di soldi e a tutti fa comodo mantere questo status.

La Francia è la favorita di questo Euro 2016?

La Francia è tra le favorite  oltre che paese organizzatore, e sappiamo che la squadra del paese organizzatore ha sempre avuto un vantaggio notevole sia dal punto di vista psicologico che dal punto di vista gestionale da parte degli arbitri, ma Spagna e Germania sono altre favorite importnati che hanno vinto le competizioni più importanti negli ultimi anni. La Spagna a livello di club è la squadra dominante, hanno vinto negli ultimi 3 anni Champions League ed Europa League, per quanto riguarda la Germania sappiamo bene che è la favorita per i giocatori che ha, l’altro giorno osservavo il Belgio che è una squadra giovane, brillante e sicuramente sarà tra le protagoniste. L’Italia è al 12°posto nella classifica mondiale e 7° in quella europea, perciò qualsiasi risultato dopo i quarti di finale sarà importante.

Chi sarà, secondo te, il giocatore-rivelazione della nostra nazionale?

Non è facile rispondere a questa domanda, penso che Bernardeschi abbia le qualità per essere il protagonista dei prossimi europei con la maglia azzurra, tutto dipenderà da come Conte lo utilizzerà. Mi auguro che, più che un giocatore, sia protagonista proprio la squadra, perché se l’Italia giocasse la competizione come ha fatto contro la Finlandia allora penso che avremmo grosse soddisfazioni. Non essendoci più i “blocchi” che hanno consentito alla nostra nazionale di essere protagonista in passato, ci vuole un allenatore che sia molto bravo ad assemblare i giocatori. Non essendoci più grosse individualità bisogna puntare sulla squadra. Se Conte ci riuscirà allora avremo belle soddisfazioni.

 

 

Leave a Reply