#Liga – Siviglia, Monchi: “Ho deciso di lasciare il club”

Monchi

Dopo 16 anni, il divorzio tra lo storico direttore sportivo Ramon Rodriguez Monchi e il Siviglia sembra essere ad un passo. Ad annunciare la volontà di lasciare il club andaluso è lo stesso DS: “Parlando con la mia famiglia ho pensato di andarmene. Così l’ho annunciato al Consiglio in modo tranquillo, come sempre. Non sto dicendo che me ne vado da Siviglia, sono consapevole del mio contratto e gli ho chiesto di farmi lasciare Siviglia. Da circa un mese avevo notato che qualcosa non andava nella mia testa. Perdere contro l’Espanyol o contro l’Athletic era una sofferenza maggiore rispetto alla felicità per aver vinto a Basilea. Ho capito che era il momento di fermarmi e cambiare. Ai miei collaboratori avevo già detto che me ne sarei andato nel caso in cui avessimo vinto un titolo. Poi mi sono tornati dei dubbi, ma alla fine domenica ho preso la decisione. Il club a quel punto ha fatto ciò che avrebbe fatto Monchi, ovvero far venire prima di tutto il Siviglia. Quello che posso dire è che non pagherò la cifra della mia clausola, non lascerò il Siviglia dalla porta di servizio“. Monchi smentisce le ipotesi che vedono il suo addio legato ad un approdo in un altro club: “Ho bisogno di riposare, di respirare aria fresca. Non ho ricevuto offerte da nessuno, anche se capisco che la gente non comprenda una cosa così semplice”. 

Il mago del mercato lascia dunque il Siviglia dopo aver conquistato la terza Europa League di fila, la quinta in dieci stagioni. Il direttore sportivo ha sempre avuto la capacità di ricostruire nonostante le cessioni illustri (Dani Alves, Rakitic, Bacca, Kondogbia, solo per fare alcuni nomi), ricavando plusvalenze da capogiro senza comunque intaccare la competitività della squadra. Molti club europei, tra cui il Manchester United, vedono in lui il profilo giusto per ricostruire un’ossatura vincente. Tra le pretendenti, anche se più defilato, risulta anche il Milan.

Anche i direttori sportivi sono diventati star del calciomercato, al centro di aste internazionali.

 

Leave a Reply