#GiroDItalia – 15° tappa: favola Foliforov, crollo Nibali

foliforov

La cronoscalata all’Alpe di Siusi presenta molte sorprese nel Giro d’Italia. Foliforov firma il primo successo della Gazprom-Rusvelo nella corsa rosa, mentre Kruijswijk scava un solco tra sé e gli avversari della classifica generale. Giornata difficile per Vincenzo Nibali, che perde più di due minuti dalla maglia rosa e viene riavvicinato da Valverde.

A decidere la vittoria è il secondo tratto della cronometro, visto che all’intermedio sono gli uomini di classifica i mattatori della graduatoria. Kruijswijk passa in 9’07”, ben nove secondi meglio di Zakarin e dodici di Valverde. Nibali fa registrare un 9’37” piuttosto alto, presagio di una giornata non semplice per il siciliano. Peggio di lui fanno Esteban Chaves (9’50”) e Andrey Amador (9’54”), che conferma un periodo di scarsa condizione fisica. Tra gli altri Firsanov transita in 9’28”, Foliforov in 9’46”.

Il russo della Gazprom RusVelo però aumenta il ritmo nella seconda fase e recupera su tutti i suoi avversari, giungendo per primo sul traguardo in 28’39”. E’ la prima vittoria al Giro d’Italia per Firsanov e per la sua formazione, invitata dalla direzione poiché fuori dal circuito World Tour. Al secondo posto si piazza Steven Kruijwijk, beffato per questione di pochi centesimi di secondo. L’olandese della Lotto NL-Jumbo si può consolare mantenendo la maglia rosa e incrementando sui suoi principali rivali. Il terzo al traguardo è Alejandro Valverde, che riscatta la prova negativa di ieri chiudendo a 23″ dal vincitore, poi Firsanov (Gazprom, a 30″) e Scarponi (Astana, a 36″) precedono gli uomini di classifica. Chaves rimonta e chiude sesto a 39″ dal vincitore, precedendo Zakarin (a 47″), Dombrowski (a 52″), Jungels (a 1’04”) e Majka (a 1’08”). Crisi nera per Vincenzo Nibali, che perde terreno a causa di una giornata storta e di un problema meccanico chiudendo a 2’10” da Kruijwijk. Momento difficile anche per Amador (due secondi peggio del siciliano) e Uran, giunto a più di tre minuti dal vincitore.

Con la tappa di oggi Kruijwijk (Lotto NL-Jumbo) consolida il suo primato e diventa padrone del Giro: il suo primo inseguitore, Esteban Chaves (Orica Green-Edge), insegue  a 2’12”. Nibali (Astana) scivola in terza piazza a 2’51”, avvicinato da Valverde (Movistar, quarto a 3’29”), rinato dopo la crisi di ieri. Per la quinta posizione continua la lotta tra Majka (Tinkoff, a 4’38”) e Zakarin (Katusha, a 4’40”). Perde terreno Amador (Movistar, a 5’27”), mentre risale la china Jungels (Etixx, a 7’14”), Siutsou (Dimension Data, a 7’37”), Fuglsang (Astana, a 7’55”).

Il Giro d’Italia ripartirà martedì con la sedicesima tappa, dopo che domani verrà osservato un giorno di riposo.

Leave a Reply