#SerieB – Ascoli, Cacia: “Per un attaccante i numeri contano davvero tanto”

daniele-cacia

Uno dei pochi calciatori a lasciare veramente il segno nella stagione dell’Ascoli è sicuramente il bomber Daniele Cacia, divenuto da poco il calciatore in attività con all’attivo il maggior numero di gol in Serie B, 119 dal 2004 ad oggi con una media di 12,5 gol a stagione. Attraverso le pagine rosa della Gazzetta dello Sport l’attaccante dell’Ascoli ha parlato della sua esperienza nella cadetteria e la mancata esplosione nel massimo campionato italiano: “Ricordo bene il mio primo gol con il Piacenza contro il Napoli. A dieci dalla fine pareggiai i conti, ma fu una felicità che durò poco perché poi perdemmo e restai fermo un mese e mezzo di stop. Non mi dispiace lasciare un segno, dopo gli obiettivi di squadra penso a quelli personali perché per un attaccante i numeri contano davvero tanto. La stagione migliore? Quella a Verona oltre che per i gol anche per la piazza e perché nessuno aveva fatto segnato 24 reti in un anno con quella maglia. Ma anche i 17 di quest’anno sono una bella gioia. In Serie A evidentemente qualcosa ho sbagliato anche io però come potevo fare meglio viste le poche gare che ho fatto dall’inizio. Non sono più di 10-11, a Verona appena tre perché avevo davanti un marziano come Toni. A Firenze c’erano Osvaldo, Mutu, Vieri e Pazzini e io dopo sette mesi di stop dono riuscito a fare un gol in Coppa Uefa. L’unica vera occasione fu a Lecce dove però mi ruppi il perone”.

Leave a Reply