#LegaPro – Pisa, Gattuso: “Non sono stato espulso, me ne sono andato io”

US Citta di Palermo v Hellas Verona - TIM CUP

Gennaro Gattuso, allenatore del Pisa, è intervenuto nella conferenza stampa del post paritita contro il Pontedera ed è tornato sull’episodio dell’auto-espulsione: “Non sono stato espulso, la mia autoespulsione è legata al fatto che se non me ne fossi andato via io, mi avrebbe cacciato lui e so di aver messo in difficoltà la squadra col mio gesto. Il regolamento parla chiaro e dice che se lasci l’area tecnica poi non puoi più rientrare. Gesto forte? Lo lascio giudicare a voi. Se a voi sembra una cosa normale quella che stiamo vedendo io non lo so. Voi siete giornalisti, siete pisani e potete giudicare. Io sono un tesserato e non posso dire quello che penso.”

Manca un secondo giallo a Della Latta: “Al 45′ del primo tempo, Della Latta prende il pallone e lo butta fuori ad un passo dall’assistente; noi abbiamo preso dieci ammonizioni per aver allontanato la palla in questa stagione. Non voglio fare la vittima, ho sempre detto che dobbiamo prendere gli arbitri e metterli da parte. Noi stiamo camminando da nove mesi con il freno a mano tirato e dopo un po’ di tempo il motore si brucia”.

Molte meno espulsione da tecnico che da giocatore: “A Palermo un paio di espulsioni su otto partite, in Grecia una volta, al Sion mai. A Pisa ho abbassato la media, mi sto comportando bene. Io mi considero un antipersonaggio, ma ho il difetto di essere coerente e non riesco a mettere da parte questa caratteristica. Lo sanno i giocatori, Lucchesi e le persone che mi stanno accanto. E’ difficile essere coerente, quando faccio delle scelte non sto a pensarci perché non sono un calcolatore; ho preso dei colpi nei denti quando le cose non sono andate bene, ma non credo di aver sbagliato”.

Leave a Reply