Barcellona-Atletico Madrid 2-1, Suarez risponde a Torres: report e pagelle

Barcelona's Suarez celebrates after scoring a goal against Real Madrid during their Spanish first division "Clasico" soccer match at Camp Nou stadium in Barcelona

Il Barcellona vince due a uno in rimonta nell’andata dei quarti di finale di Champions League nel derby spagnolo contro l’Atletico Madrid. Una doppietta del pistolero Luis Suarez regala la vittoria a Luis Enrique dopo l’iniziale svantaggio firmato Fernando Torres, poi espulso nel primo tempo. Un risultato che lascia il discorso qualificazione aperto in vista della gara di ritorno.

La cronaca:

Inizio come da pronostico: il Barcellona tiene palla, l’Atletico pressa alto e prova a ripartire. Al quinto minuto primo lampo di Messi: tiro da fuori area rasoterra finito largo. Il 4-3-1-2 dell’Atletico in fase di possesso palla diventa un 4-3-3 per provare ad allargare la difesa blaugrana. Al tredicesimo occasione per il Barcellona: cross dalla sinistra di Jordi Alba ma Messi al volo non riesce a trovare la porta da buona posizione. Il Barcellona fa male quando accelera, l’Atletico prova a contenere la velocità del tridente delle meraviglie. Neymar va vicino al gol al diciannovesimo con un colpo di testa su cross del connazionale Dani Alves: il brasiliano non riesce a schiacciare il pallone che termina alto sopra la traversa. I colchoneros difendono al limite della propria area ma raramente riescono a ripartire accompagnando l’azione con molti uomini. Griezmann però al ventitreesimo riesce ad andare al tiro dopo aver saltato un paio di uomini: il tiro finisce largo non di molto alla sinistra di Ter Stegen. Come un fulmine al ciel sereno, l’Atletico Madrid passa in vantaggio. Buona verticalizzazione di Koke per Torres sul filo del fuorigioco: el Nino non sbaglia e supera Ter Stegen con un preciso tiro rasoterra sotto le gambe. La difesa del Barcellona è in colpevole ritardo. Uno a zero per l’Atletico di Madrid. Il Barca prova a reagire riversandosi nella metàcampo avversaria. Ancora occasione per l’Atletico Madrid al trentaduesimo: passaggio filtrante di uno scatenato Torres per Griezmann che taglia alle spalle della difesa. Il suo diagonale è respinto in calcio d’angolo dal portiere, grazie anche al disturbo di Jordi Alba sull’attaccante francese. La partita si mette sui binari preferiti dall’Atletico Madrid, che adesso può attendere e provare a ripartire. Il Barcellona risponde con un possesso palla lento e sterile, con qualche imprecisione nei passaggi. La svolta al trentacinquesimo: espulso l’autore del gol Torres per doppio giallo per un intervento a centrocampo su Busquets Inutili le proteste dei compagni di squadra: evidente l’ingenuità dell’attaccante spagnolo. Messi si abbassa molto per aiutare la manovra della squadra, ma la mossa non produce i risultati sperati. L’attacco blaugrana si infrange sul muro difensivo dell’Atletico Madrid. Neymar prova ancora la conclusione nel recupero, ma il suo tiro finisce lontanissimo dai pali difesi da Oblak. Il primo tempo finisce così con il vantaggio degli uomini del Cholo Simeone.

Inizio ripresa favorevole all’Atletico Madrid: il colpo di testa di Griezmann viene murato da Mascherano, evitando un possibile pericolo. Azione spettacolare del Barca al minuto quarantanove. In contropiede Neymar serve Messi all’altezza del dischetto del rigore: l’argentino conclude in porta in rovesciata, andando vicinissimo al gol numero 500 della sua carriera. Il Barcellona spinge con i suoi fuoriclasse: Neymar colpisce la traversa con un tiro a giro al cinquantesimo e Filipe Luis ferma Messi ad un centimetro dalla porta arpionando il pallone in scivolata. Assedio degli uomini di Luis Enrique, l’Atletico prova a resistere. Simeone prova a rinforzare il centrocampo inserendo Augusto Fernandez al posto di Ferreira Carrasco. Al cinquantacinquesimo il colpo di testa di Neymar finisce dritto tra le braccia di Oblak, ma gli attacchi di Barcellona iniziano a dare frutti. Messi va vicino al gol un minuto dopo con un tiro da fuori area respinto dal portiere. In dieci uomini l’Atlerico Madrid soffre il forcing blaugrana alla ricerca del pareggio. Neymar sembra essere il più attivo, creando numerosi problemi alla retroguardia avversaria: il brasiliano sfiora il palo alla sinistra di Oblak al minuto sessantadue. Il gol è nell’aria: un minuto dopo Suarez devia in porta il tiro di Jordi Alba trovando così il gol dell’uno a uno. Nonostante il pareggio i blaugrana continuano ad attaccare. Rafinha entra al posto di Rakitic al minuto sessantatre. Messi, non in gran serata, gioca da regista avanzato dietro le due punte, ma le occasioni migliori nascono dal piede di Neymar: Juanfran non riesce a contenere l’attaccante brasiliano. Non cambia, ovviamente, il tema tattico della partita. Al settantaquattresimo ancora Luis Suarez: è suo il colpo di testa su assist di Dani Alves che trafigge Oblak. Colpevole la retroguardia madrilena, sin qui perfetta: non si può lasciare da solo in area un attaccante da oltre 40 gol stagionali. Il Barcellona vuole chiudere la partita e ipotecare la qualificazione, l’Atletico sembra accontentarsi dopo aver speso molte energie a causa dell’inferiorità numerica. I colchoneros riescono a tenere il Barcellona lontano dall’area di rigore, allentando la pressione anche grazie a qualche perdita di tempo. Al fischio finale è due a uno per il Barca.

Le pagelle:

Barcellona

Ter Stegen 6, Dani Alves 6, Piquè 5,5, Mascherano 5,5, Jordi Alba 6, Iniesta 6,5 (dal 83′ Arda Turan), Busquets 6 (dal 80′ Sergi Roberto), Rakitic 5,5 (dal 63′ Rafinha 6), Messi 5,5, Neymar 7,5 , Suarez 7,5 All. Luis Enrique 6,5

Atletico Madrid

Oblak 6,5, Juanfran 6, Lucas Hernandez 5,5, Godin 6, Filipe Luis 6,5, Saul Niguez 6 (dal 90′ Correa), Gabi 6,5, Koke 6,5, Griezmann 6,5 (dal 75′ Thomas Partey 6), Torres 6, Carrasco 6,5 (dal 50′ Augusto 5,5 Fernandez), All. Simeone 6

Leave a Reply