#Mondiali2030 – La Cina sogna e spende per la Coppa del Centenario

2771073_big-lnd

La geopolitica del calcio è strana. Nel 2030 una battaglia, dal punto di vista economico, finanziario e sportivo, sembra dover scoppiare per l’assegnazione della sede dei Mondiali di Calcio.

A riportarlo sono Milano Finanza e Calcio e Finanza che sottolineano come Gianni Infantino, neo presidente FIFA, avrà un ruolo importantissimo nel gestire le pressioni che arriveranno per avere la possibilità di fare l’edizione celebrativa del centenario della competizione.

Nella prima edizione, disputata in Uruguay i vincitori furono i padroni di casa che portarono a casa la coppa dopo aver battuto l’Argentina per 4-2.

La prima superpotenza intenta ad affondare il colpo per avere la competizione è la Cina, candidata in modo ancora non ufficiale grazie al Wanda Group.

Il gruppo ha appena siglato un lungo accordo di sponsorizzazione con la FIFA, ha rilevato un 20% dell’Atletico Madrid, le intenzioni sono raccolte dalle parole del patron della società: “Wanda sarà nelle condizioni migliori per giocare un ruolo nel processo che porterà all’assegnazione dei maggiori eventi sportivi, come il Mondiale, colmando il divario con il calcio internazionale e consentendo così al movimento cinese di far sentire la sua voce”.

La Cina ha dalla sua parte questo potente partner che potrebbe sconvolgere le decisioni sulla coppa del centenario.

Leave a Reply