#Approfondimento – West Ham: dal nuovo Olympic Stadium al sogno Europa

Dimitri-Payet

Il West Ham sta disputando una grandissima stagione in Premier League e occupa attualmente la quinta posizione in classica con 8 partite ancora da giocare. L’Europa League è un obbiettivo a portata di mano e la Champions (-1 dal quarto posto) è un sogno al limite del possibile, ma la Premier di quest’anno ci ha insegnato che basta credere nei sogni per far si che si realizzino.

Gli Hammers vengono da 8 risultati utili consecutivi: 5 vittorie (di cui 3 contro Liverpool, Tottenham ed Everton) e 3 pareggi ( di cui 2 contro Chelsea e Manchester United). Questo scatto ha portato il West Ham in quinta posizione a quota 50 punti, in un sandwich tra le due squadre di Manchester: infatti, il City occupa la quarta posizione a quota 51, mentre il cugini dello United sono in sesta posizione con gli stessi punti degli Hammers. Nelle 8 partite che sono rimaste da giocare, il West Ham dovrà affrontare anche il Manchester United: lo 0-0 dell’andata all’Old Trafford conferma che gli uomini di Bilic hanno tutte le carte in regola per poter competere con qualunque avversario. A proposito di Slaven Bilic: l’allenatore croato ha grandi meriti nell’exploit della squadra londinese. Il suo gioco spumeggiante e verticale ha dato imprevidibilità alla squadra e la concretezza che è mancata nella stagione scorsa. Da quando Bilic siede sulla panchina del West Ham ha una media punti a partita di 1.78 e una percentuale di vittoria del 47.5%. Non male per una squadra che negli ultimi anni ha lottato anche per la salvezza.

Quali sono i giocatori chiave del West Ham? Sicuramente Dimitri Payet è stato il giocatore più decisivo nel corso della stagione: 11 reti e 11 assist nelle 30 presenza stagionali. Il francese, fresco di convocazione da parte di Deschamps, è l’unico giocatore degli Hammers a essere andato in doppia cifra, tenendo conto sia dei gol che degli assist. Il trequartista classe ’87 è uno dei migliori giocatori della Premier League di quest’anno e il valore del suo cartellino sta fermentando.  Michail Antonio, ala sinistra nel 4-2-3-1 di Bilic, è il secondo miglior marcatore del West Ham con 7 gol e 2 assist, seguito da Diafra Sakho fermo a quota 6 gol. Aaron Cresswell, terzino sinistro di nazionalità inglese, è il giocatore più utilizzato da Bilic: vanta 38 presenze e 3.495′ giocati. Per il classe ’89 si prospetta un mercato estivo molto caldo: secondo i tabloid inglesi molte big sono sul ragazzo di Liverpool. Il secondo giocatore più utilizzato in stagione è Mark Noble con 3.292′ all’attivo.

upton-park_2817024b UPTON PARK

Dalla prossima stagione, il West Ham cambierà casa: dal 1904 ad oggi, il Boleyn Ground, meglio conosciuto come Upton Park, è stato lo stadio degli Hammers, ma dal prossimo anno la nuova casa si chiamerà Olympic Stadium. L’impianto avrà una capienza di circa 80.000 persone, di cui 60.000 posti a sedere. La preparazione del terreno è cominciata nel 2007, mentre la costruzione ufficiale è cominciata il 22 maggio 2008. L’inaugurazione ufficiale è avvenuta il 6 maggio 2012. Chissà se il nuovo stadio non verrà battezzato nei primi giorni di agosto con una partita valida per le qualificazioni all’Europa League.

Olympic Stadium   OLYMPIC STADIUM

Oltre al Leicester City, i veri amanti del calcio tiferanno anche per un altro piccolo miracolo, quello del West Ham. Non ci resta che intonare il loro inno:

“I’m forever blowing bubbles,
Pretty bubbles in the air,
They fly so high,
They reach the sky,
And like my dreams they fade and die!
Fortunes always hiding,
I’ve looked every where,
I’m forever blowing bubbles,
Pretty bubbles in the air!
United! (Clap),
United! (Clap).”

Leave a Reply