#LegaPro – Pavia, il DG Bignotti contro tutti: “Calciatori mer** da sciogliere nell’acido”

IMG_7200

Sono parole alquanto bizzarre e decisamente inadeguate, quelle del Direttore Generale del Pavia, Nicola Bignotti che nel corso della trasmissione “Casa Pavia. Siamo tutti allenatori”, non ha usato mezzi termini per suddividere in tre categorie i vari calciatori professionistici: “I giocatori si dividono in generali, soldati e mer** Una volta identificate le mer**, farebbe piacere a tutti scioglierle nell’acido. Purtroppo hanno dei contratti. Gli accordi in essere, anche quelli con l’Aic, sono molto, molto, molto tutelanti”. Questo ha scatenato un putiferio che ha raggiunto anche il presidente dell’Aic, Damiano Tommasi, che in giornata rilascerà un comunicato stampa sicuramente duro, accompagnato da una richiesta ufficiale di squalifica per il dirigente del Pavia. Bignotti poi si è difeso ritornando sui suoi passi e chiedendo scusa per l’esagerazione: “Ho evidentemente esagerato, ho voluto enfatizzare un concetto. Volevo dire che possiamo licenziare gli allenatori, ma siamo costretti a tenere anche i giocatori peggiori, con tutta una serie di obblighi”. Questa situazione non fa che peggiorare la situazione critica del Pavia che ha appena sostituito Brini in panchina, affidando la squadra a Rossini. Non contento delle forti parole utilizzate nel corso della trasmissione, Bignotti ha provato a spiegare le difficoltà della sua squadra con delle altre parole tutt’altro che gentili: “Io ho avuto un gruppo tra i più scarsi del calcio mondiale, che è quello dell’AlbinoLeffe, dove i giocatori erano Poloni, Garlini, Del Prato, Sonzogni. Non fanno quattro palleggi di fila, ma hanno fatto lo spareggio per andare in A. Prima però che queste persone pensassero di non sputare l’ultima goccia di sangue, ti ammazzavano”.

Leave a Reply