#TheRoyalbaby – Borja Mayoral

495464948

Domani si giocherà il ritorno degli ottavi di finale di Champions League tra Real Madrid e Roma al Santiago Bernabeu. In questi giorni, è corsa la voce che l’allenatore dei Galacticos, Zinedine Zidane, farà probabilmente esordire un 18enne della cantera molto promettente, un attaccante capace di segnare 27 gol nelle 44 presenze con la maglia delle giovanili del Real Madrid: Borja Mayoral.

Borja nasce a Parla il 5 aprile del 1997, in provinca di Madrid, e viene acquistato dalle Merengues nel 2007. Si distingue subito per il suo grande istinto per il gol e comincia a farsi strada nelle giovanili. Maroyal si mette in luce nell’edizione 2015-2015 della Uefa Youth League timbrano il cartellino dei marcatori 7 volte in altrettante presenze.

Nella stagione successiva viene aggregato da Rafa Benitez in qualche allenamento della prima squadra e il 31 ottobre del 2015 fa il suo esordio in Liga. Quache giorno fa, alla sua terza presenza ufficiale nel campionato spagnolo, segna un gol contro il Levante, che però attribuito al portiere della squadra avversaria come autogol, in quanto la palla colpisce prima il palo e poi rimbalza sulla schiena dell’estremo difensore.

Finalemente dovrebbe giungere anche il suo esordio in Champions League, proprio domani nella partita contro la Roma. Karim Benzema è out a causa di un infortunio alla coscia destra e il sostituto naturale del francese è proprio Mayoral. Veloce, tecnico e potente, si adatta bene al tridente offensico di Zidane, a fianco di Cristiano Ronaldo e Bale.

Dopo aver giocato nella Nazionale Spagnola Under 17 e Under 19, con cui ha vinto un Campionato Europeo Under 19 e il titolo di miglior marcatore, ha esordito con la Nazionale Under 21 il 7 ottobre 2015 segnado subito un gol. Ancora non è stato convocato dalla Nazionale maggiore, ma sembra solo una questione di tempo.

Domani, Zidane permettendo, avrà la possibilità di mettersi in mostra in una delle competizioni più affascinanti del calcio, a soli 18 anni, e sembrerebbe che il suo destino sia continuare a calpestare campi di alto livello per tutta la carriera.

 

 

Leave a Reply